Inizia a risparmiare ora con Otovo. Scopri ora il potenziale del tuo tetto!

Come prendersi cura di un inverter solare


Chi decide di installare un impianto fotovoltaico conosce bene l’importanza che riveste un inverter: questo è infatti il vero e proprio cuore di un sistema solare, il componente che converte la corrente continua generata dai pannelli in corrente alternata.

Per tale motivo una corretta manutenzione dell’inverter è fondamentale, solo così sarà possibile garantirne una performance ottimale nel tempo senza dover ricorrere a operazioni di sostituzione, riparazione o revamping.

In passato ti abbiamo parlato di come realizzare la manutenzione di un impianto e di un sistema di accumulo per fotovoltaico, ma oggi ti vogliamo parlare di quelli che sono gli accorgimenti e le operazioni da compiere per una corretta cura di un inverter che ne garantiranno una lunga durata.

Se prima di continuare la lettura desideri sapere come calcolare il tuo preventivo gratuito e personalizzato per un impianto fotovoltaico, digita il tuo indirizzo nella barra sottostante e inizia la tua rivoluzione solare!


Inverter solari: la loro importanza

Come accennato in precedenza, senza l'inverter l'energia generata dai pannelli fotovoltaici sarebbe inutile, se non addirittura pericolosa per l'utente.

La sua struttura si compone di una scatola di metallo contenente al suo interno un quadro elettrico, che ha il compito di:

  • Ridurre al minimo la dispersione di energia che avviene al momento della conversione;
  • Regolare la frequenza e la tensione dell’energia elettrica;
  • Ottimizzare la potenza del sistema fotovoltaico trovando e mantenendo il giusto punto di funzionamento;
  • Inviare una segnalazione in caso di guasti interni o irregolarità;
  • Monitorare la rete elettrica e proteggere l’impianto da eventuali sovratensioni, cortocircuiti e blackout.

Il mercato degli inverter fotovoltaici offre una vasta gamma di marchi, ognuno dei quali si contraddistingue per le diverse tecnologie utilizzate, per i prezzi e le garanzie offerte.

Noi di Otovo abbiamo scelto di collaborare con alcuni dei migliori produttori, tra cui:

Passa all'energia solare con Otovo

Per quanto riguarda invece la durata, un inverter ha una vita media di circa 10-15 anni, un periodo di tempo che può essere garantito grazie a una corretta installazione e manutenzione che possono contribuire, inoltre, a evitare situazioni di emergenza.

Come effettuare dunque la manutenzione a un inverter solare?

Scopriamolo!


1. Mantenere la corretta temperatura

Gli inverter sono dispositivi autonomi ed è importante scegliere il posto giusto per loro.

Contrariamente ai pannelli, questi non necessitano di luce solare ma devono essere posti in un luogo asciutto e a contatto con aria pulita.

Il posto migliore e il più consigliato è senza dubbio il garage, che non dovrebbe però contenere nulla di infiammabile o che produca calore. Questo perché un inverter si surriscalda spesso durante il suo uso quotidiano e dunque è importante assicurarsi che non venga a contatto con tali elementi.

Inoltre, se l’inverter dispone di una ventola di raffreddamento per regolare la sua temperatura, bisogna assicurarsi che questa non si blocchi e che il flusso d’aria intorno all’inverter non sia limitato.

In caso di blocco, infatti, la capacità delle ventole di raffreddarsi potrebbe fermarsi e causare il surriscaldamento del dispositivo, riducendo l'efficienza.

Infine, un’ultima accortezza che sarebbe consigliato attuare è quella di lasciare uno spazio libero di almeno 30 cm attorno all’inverter.


2. Tenere pulita la presa d’aria

Gli inverter hanno dei filtri di aspirazione d’aria che si possono sporcare. Se l’inverter è installato in un luogo che tende a impolverarsi facilmente è necessario spolverare e pulire i filtri dell’aria di tanto in tanto.

Almeno una volta all’anno, inoltre, potrebbe essere buona norma quella di far intervenire un tecnico specializzato che pulisca e controlli il filtro di aspirazione dell’aria e il suo funzionamento, assicurandosi che la ventola interna funzioni correttamente.


3. Fare attenzione ai codici di errore

Anche se come visto un inverter solare non richiede molte e “articolate” manutenzioni, potrebbe essere necessario assicurarsi mensilmente di verificare la presenza di eventuali codici di errore.

Questa operazione può essere compiuta consultando il suo display che ne consente il monitoraggio e che in caso di problemi mostrerà un codice errore o una spia accesa diversa dal normale.

Riscontrata un’anomalia sarà opportuno contattare un tecnico attrezzato che sarà in grado di interpretarla e risolverla.


4. Utilizzare elettrodomestici a risparmio energetico

Per ridurre il consumo di energia dalle batterie dell’inverter è consigliabile scegliere per la propria casa quegli elettrodomestici definiti a basso consumo.

Si tratta di apparecchi che ottimizzano l'utilizzo di energia durante il loro funzionamento, riducendo così gli sprechi e i consumi. Garantiscono un lungo tempo di alimentazione di riserva, prolungando così la vita utile di un inverter.

Li si può riconoscere facilmente perché sono etichettati con una classe energetica alta, dalla A alla A+++.

Scegliere una lampadina a LED per esempio fornisce la stessa quantità di luce di una lampadina normale, ma consuma il 75% di energia in meno.

La manutenzione di un inverter fotovoltaico
La manutenzione di un inverter fotovoltaico 

Conclusione

Garantire una lunga durata a un impianto fotovoltaico e a ogni sua componente è possibile grazie a una cura corretta e costante. Non si tratta di operazioni complesse, ma spesso solo di semplici accorgimenti che possono però fare una grande differenza.

Noi di Otovo lo sappiamo bene, per questo offriamo ai nostri clienti un’assistenza continua, che possa rispondere a ogni necessità offrendo supporto e aiuto per ogni situazione.

Cosa aspetti allora a passare al solare con un impianto Otovo? Clicca il link sottostante e ottieni subito il tuo preventivo!

Ricevi ora la tua offerta


Domande frequenti

Qual è la durata di un inverter fotovoltaico?

Solitamente un inverter fotovoltaico ha una vita media di circa 10-15 anni, condizione che può essere garantita grazie a una sua corretta installazione e manutenzione nel tempo.

Come effettuare la manutenzione di un inverter?

Tra le operazioni che è possibile compiere per assicurare il corretto funzionamento di un inverter troviamo il mantenimento di una corretta temperatura nell’ambiente circostante, una pulizia costante e il monitoraggio delle spie e dei codici di errori che possono apparire sul suo display.

You’ve successfully subscribed to Otovo Italia | Blog Fotovoltaico in Italia
Welcome back! You’ve successfully signed in.
Great! You’ve successfully signed up.
Your link has expired
Success! Check your email for magic link to sign-in.