Inizia a risparmiare ora con Otovo. Scopri ora il potenziale del tuo tetto!

Una breve guida Otovo su queste componenti

Con l’installazione di un impianto fotovoltaico abbiamo la possibilità di ridurre i costi in bolletta conquistandoci la nostra indipendenza energetica. Tuttavia, per la riuscita del nostro risparmio energetico è necessaria la resa ottimale dell'impianto, ed è per questo che diventa indispensabile aumentare il rendimento di quest'ultimo e tenere monitorata costantemente la sua produzione.

In questo blog vi spiegheremo l’utilità degli ottimizzatori fotovoltaici, strumenti necessari alla resa ottimale dei moduli solari e che assicurano un adeguato risparmio energetico.

Gli argomenti che tratteremo nello specifico sono:

  • Ottimizzatori fotovoltaici: cosa sono e a cosa servono
  • Come funziona un ottimizzatore fotovoltaico
  • I principali vantaggi

Iniziamo!


Ottimizzatori fotovoltaici: cosa sono e a cosa servono

Gli ottimizzatori per fotovoltaico sono dei piccoli apparecchi di plastica del peso di circa 2kg installati sul retro dei pannelli solari. La loro funzione specifica consiste nel collegare il singolo modulo fotovoltaico all’inverter, in modo da renderlo indipendente dagli altri.

Trasmettendo via wireless i dati di produzione ed efficienza di ogni singolo modulo in questo modo gli ottimizzatori assicurano il rendimento massimo di ogni singolo pannello fotovoltaico.

Dunque, installare gli ottimizzatori sui pannelli solari significa garantire un monitoraggio costante e in tempo reale della produzione dei singoli pannelli. Tutto ciò è reso possibile da una centralina di raccolta dati che consente - grazie al collegamento wireless - di individuare tempestivamente eventuali cali di rendimento e anomalie.

L’obiettivo principale degli ottimizzatori di potenza, infatti, è quello di permettere all’impianto di raggiungere il cosiddetto punto di massima potenza (MPPT) per ciascun modulo, in modo da consentire un funzionamento efficiente e ottimale dell’impianto fotovoltaico anche in caso di ombreggiamenti, mancata manutenzione e in presenza di agenti esterni che ne diminuiscano la resa. Dunque, lo scopo principale degli ottimizzatori è quello di permettere all’intero sistema fotovoltaico di mantenere la massima efficienza di produzione anche in caso di scarso rendimento di un singolo pannello, in modo che quest’ultimo non vada a inficiare la resa complessiva dell'intero sistema fotovoltaico.

Ottimizzatore fotovoltaico. Fonte: Eneredil
Ottimizzatore fotovoltaico. Fonte: Eneredil
Voglio passare al solare

Come funziona un ottimizzatore fotovoltaico

Grazie a un convertitore DC/DC (circuito che converte una sorgente di corrente continua da una tensione a un'altra) gli ottimizzatori di potenza per fotovoltaico differenziano in maniera ottimale i punti di lavoro dei moduli solari, ottimizzandone la resa grazie a un’uscita in regime continuo variabile in rapporto alla potenza di ingresso. Infatti, in assenza degli ottimizzatori, l’inverter fotovoltaico riceve informazioni da un gruppo di moduli collegati in serie, e non da un singolo modulo.

Tutto ciò sta a significare che, senza un ottimizzatore, all’insorgere di malfunzionamenti o anomalie, di ombreggiamenti o avarie, concentrate su un singolo pannello, ne risentirà l’intero sistema subendo una perdita di produzione. Questo avviene perché ogni modulo è produttore sia di energia in corrente continua che conduttore in corrente alternata: ovvero, riceve energia dal pannello precedente e la trasmette in forma maggiorata a quello successivo. Di conseguenza, in caso di scarso rendimento di un modulo singolo la resa energetica dell’intero sistema verrà compromessa subendo un netto ridimensionamento.

Inoltre, più l’impianto fotovoltaico è grande più cresce la necessità di ottimizzarne la resa energetica, e da ciò ne deriva l’utilizzo degli ottimizzatori fotovoltaici.


I principali vantaggi

Con l’installazione degli ottimizzatori per fotovoltaico si ha la possibilità di disporre i singoli moduli in differenti posizioni, potendo anche stabilire orientamenti diversificati per una migliore resa energetica dell’impianto, e soprattutto per salvaguardare l’efficienza complessiva anche se uno dei singoli pannelli è svantaggiato.

Tra gli altri vantaggi troviamo:

Monitoraggio

Applicando gli ottimizzatori al nostro impianto fotovoltaico si migliora nettamente la prestazione energetica complessiva grazie a un monitoraggio continuo dei singoli moduli solari, garantendo un tempestivo intervento sugli eventuali guasti.

Flessibilità

Per chi installa gli ottimizzatori di potenza sono assicurate la versatilità e la flessibilità, poiché sono progettati per funzionare al meglio anche quando le condizioni ambientali non sono favorevoli, offrendo garanzie e affidabilità prolungate nel tempo (spesso fino a 25 anni).

La flessibilità di progettazione degli ottimizzatori consente un uso ottimale anche in condizioni di spazio ristrette.

Rendimento

Grazie all’intervento degli ottimizzatori di potenza si ha una resa energetica del sistema superiore di circa il 25%. Ma ciò che è di fondamentale importanza sottolineare è che questi strumenti sono progettati in primis per risolvere le perdite di efficienza dei singoli moduli che spesso conducono a una riduzione della resa energetica totali pari al 2-3%.

Sicurezza

Con gli ottimizzatori per fotovoltaico si hanno standard di sicurezza elevati, con una riduzione a 1 volt della tensione applicata a ciascun pannello del sistema fotovoltaico. In assenza di questi apparecchi, infatti, non si otterrebbero le stesse condizioni poiché, soprattutto in caso di spegnimento dell’inverter, la corrente continuerebbe a produrre elettricità in modo continuo con una tensione molto elevata, circa 200-400 volt.

Costi

Gli ottimizzatori di potenza sono particolarmente convenienti anche in termini economici poiché, grazie all’azione di monitoraggio efficiente e alla loro flessibilità, permettono di rientrare rapidamente nell’investimento perseguendo una resa superiore dell’impianto, per cui i anche i costi di manutenzione sono inferiori.

In termini di costi complessivi, per ogni singolo componente l’importo ammonta a circa 50€ a pannello, che equivale a un costo di 400-500€ per un impianto da 3 kWp.

Voglio scoprire di più

Domande frequenti

A cosa serve l'ottimizzatore di potenza?

La funzione dell’ottimizzatore di potenza per impianti fotovoltaici consiste nell’ottimizzazione della produzione dell’impianto, in modo da gestire singolarmente ogni singolo modulo, nonché il controllo degli stessi nonostante un unico inverter.

Qual è il costo di un ottimizzatore fotovoltaico?

Il costo di un ottimizzatore fotovoltaico si aggira intorno ai 50€ a pannello, che equivale a un costo di 400-500€ per un impianto da 3 kWp.

Passa al solare con Otovo!
You’ve successfully subscribed to Otovo Italia | Blog Fotovoltaico in Italia
Welcome back! You’ve successfully signed in.
Great! You’ve successfully signed up.
Your link has expired
Success! Check your email for magic link to sign-in.