Inizia a risparmiare ora con Otovo. Scopri ora il potenziale del tuo tetto!

Una guida all'installazione di un impianto fotovoltaico

Scegliere quale impianto fotovoltaico installare sul tetto della propria abitazione non è sempre facile. Prima di prendere una simile decisione, infatti, è bene considerare alcuni elementi, come la quantità di energia che si consuma normalmente, il proprio stile di vita, le caratteristiche del tetto, le diverse procedure che servono per iniziare il processo di installazione e, ultimo ma non per importanza, l’investimento.

All’interno di questo articolo valuteremo tutti questi aspetti per aiutarti a prendere la migliore decisione per l'installazione di un impianto fotovoltaico. Così quando ti confronterai con i nostri specialisti riuscirai meglio a capire i loro preventivi e le loro proposte!

Vuoi ricevere subito un preventivo gratuito e personalizzato? Ti basterà immettere l'indirizzo di tuo interesse nella barra di ricerca sottostante:

Sei pronto? Iniziamo!


Cos'è un impianto fotovoltaico?

Iniziamo il nostro articolo riguardo l'installazione di un impianto fotovoltaico con una piccola presentazione.

Un impianto fotovoltaico è un impianto elettrico formato da più pannelli fotovoltaici che generano energia grazie all'energia solare. La produzione di energia è possibile grazie all'effetto fotovoltaico che si ottiene quando i raggi del sole colpiscono i moduli, che sono composti da materiali sensibili alla luce solare come, ad esempio, il silicio.

La componente principale di un impianto fotovoltaico è il campo fotovoltaico, cioè l'insieme di tutti i pannelli solari che formano l'impianto; quest'ultimi sono connessi per legge a un sezionatore che permette di scollegare l'impianto nel caso di interventi sulla rete o picchi di tensione. Inoltre, l'inverter è quella componente dell'impianto fotovoltaico che permette la trasformazione della corrente continua in corrente alternata così da renderla utilizzabile all'interno delle nostre case.

Oltre a queste componenti fondamentali, un impianto fotovoltaico deve anche possedere un sistema elettronico di monitoraggio connesso a una rete WiFi per rendere possibile un intervento in tempo reale nel caso di malfunzionamento o guasto dell'impianto. A tal proposito esistono due contatori:

  • Contatore di produzione che misura tutta l'energia prodotta
  • Contatore bi-direzionale che misura l'energia immessa e prelevata

Andiamo ora a vedere come funziona un impianto fotovoltaico.


Come funziona un impianto fotovoltaico?

Un impianto fotovoltaico funziona grazie alla luce del Sole, una stella che produce energia gratuita e inesauribile. È sorprendente pensare che in un solo secondo il Sole riesca a trasformare 400 tonnellate di materia in energia!

Quando i fotoni solari raggiungono la Terra, vengono intercettati dai semiconduttori in silicio che costituiscono le componenti principali della cella fotovoltaica, l'elemento base di un impianto fotovoltaico. Le caratteristiche tecniche di queste celle variano quando sono esposte alla luce solare. Una volta colpite dai raggi del sole, gli elettroni liberi presenti sulle celle vengono stimolati e generano tensione e corrente continua (DC).

La corrente continua prodotta viene quindi trasportata all'inverter tramite cavi solari appositamente dimensionati. L'inverter svolge un ruolo cruciale nel sistema, poiché converte la corrente continua in corrente alternata (AC), che è il tipo di corrente utilizzata dalla maggior parte degli elettrodomestici e delle apparecchiature domestiche.

Una volta convertita in corrente alternata, l'energia solare può essere utilizzata per una serie di scopi, tra cui far funzionare gli elettrodomestici, ricaricare le batterie per sfruttare l'energia nei momenti di maggiore necessità, o cedere l'energia alla rete elettrica per ottenere un rientro economico attraverso meccanismi come lo Scambio sul Posto, che permette agli utenti di vendere l'eccesso di energia prodotta alla rete elettrica locale.

Schema impianto fotovoltaico
Schema impianto fotovoltaico

Questo processo di trasformazione dell'energia solare in energia utilizzabile è ciò che rende gli impianti fotovoltaici una fonte di energia pulita, sostenibile ed economica per molte persone e aziende in tutto il mondo.


Come installare i pannelli fotovoltaici?

Occupiamo ora di vedere di capire come installare i pannelli fotovoltaici, ovvero quali sono le fasi e gli elementi fondamentali che non devono mancare.

Installare i pannelli fotovoltaici sul tetto di casa è un processo relativamente semplice, ma richiede attenzione e competenza. Ecco una guida generale su come procedere:

  • Valutazione preliminare: Prima di tutto, valuta la fattibilità dell'installazione. Assicurati che il tetto riceva abbastanza luce solare diretta durante il giorno e che non sia ombreggiato da alberi o altri edifici. Verifica anche la capacità strutturale del tetto per sostenere il peso dei pannelli.
  • Progettazione: Decidi il layout dei pannelli sul tetto. Idealmente, dovrebbero essere orientati verso sud e inclinati a un angolo ottimale per massimizzare l'assorbimento della luce solare.
  • Acquisto dei materiali: Acquista i pannelli fotovoltaici, gli inverter, i supporti di montaggio e altri materiali necessari per l'installazione. Assicurati di scegliere prodotti di qualità e compatibili tra loro.
  • Preparazione del tetto: Pulisci il tetto e verifica che sia in buone condizioni. Potrebbe essere necessario effettuare riparazioni o sostituzioni prima dell'installazione dei pannelli.
  • Installazione dei supporti: Fissa i supporti di montaggio sul tetto utilizzando viti e bulloni. Assicurati che siano solidamente ancorati e livellati.
  • Installazione dei pannelli: Posiziona i pannelli sui supporti di montaggio secondo il layout prestabilito. Collega i pannelli tra loro e agli inverter seguendo le istruzioni del produttore.
  • Collegamento alla rete elettrica: Collega l'inverter alla rete elettrica domestica. Assicurati di seguire le normative locali e di ottenere le autorizzazioni necessarie per il collegamento.
  • Verifica e manutenzione: Una volta completata l'installazione, verifica il corretto funzionamento dell'impianto e esegui eventuali regolazioni necessarie. Programma regolarmente controlli di manutenzione per garantire il corretto funzionamento nel tempo.
  • Monitoraggio e ottimizzazione: Monitora le prestazioni dell'impianto utilizzando sistemi di monitoraggio e ottimizzazione. Identifica e risolvi eventuali problemi per massimizzare l'efficienza e la durata dell'impianto.

Ci teniamo a sottolineare che si tratta di un processo da far compiere a installatori professionisti.

Bene , ora che abbiamo scoperto di più su cos'è un impianto fotovoltaico e come funziona, andiamo ad analizzare le tipologie di impianti fotovoltaici.


Tipologie di impianto fotovoltaico

Nel mercato attuale sono presenti diverse tipologie di impianti fotovoltaici, ma le due categorie principali sono le seguenti:

  • Impianti fotovoltaici a isola, noti anche come off-grid o stand alone: Questi impianti non sono connessi a nessuna rete di distribuzione e operano in modo autonomo. Sfruttano l'energia prodotta dai pannelli solari istantaneamente o la conservano in sistemi di accumulo, come batterie, per l'utilizzo durante periodi in cui non è disponibile la luce solare. Solitamente, vengono impiegati in zone remote o isolate dove manca un collegamento alla rete elettrica tradizionale o dove estendere la rete risulterebbe proibitivo in termini di costi.
  • Impianti fotovoltaici connessi alla rete, noti anche come grid connected: Questi impianti sono collegati alla rete elettrica di distribuzione già esistente. L'energia solare generata dai pannelli fotovoltaici può essere utilizzata direttamente per alimentare gli apparecchi elettrici all'interno dell'edificio o può essere immessa nella rete elettrica per essere consumata da altri utenti. Nel caso in cui la produzione di energia solare superi il consumo, l'eccesso può essere venduto alla rete elettrica attraverso meccanismi come il net metering. Questo consente di ridurre il costo dell'energia elettrica o di ottenere un guadagno dalla vendita dell'elettricità in surplus.

Entrambe le tipologie di impianti hanno vantaggi e limitazioni, e la scelta tra una o l'altra dipende dalle esigenze specifiche dell'utente, dalle condizioni locali e dalle normative vigenti.


Le 3 tipologie di pannelli solari tra cui scegliere

Se stai pensando di installare un impianto fotovoltaico, è fondamentale comprendere le varie tipologie di pannelli solari che differiscono per il materiale impiegato nella loro produzione. Nel caso in cui tu abbia dei dubbi, è consigliabile consultare esperti del settore che potranno offrirti la migliore consulenza.

Esistono tre tipi principali di moduli solari:

  • Pannelli fotovoltaici monocristallini: Questi pannelli sono costituiti da celle costruite con un unico cristallo di silicio, il che li rende più efficienti rispetto ad altre tipologie.
  • Pannelli fotovoltaici policristallini: Le loro celle derivano dalla fusione di cristalli di silicio di dimensioni ridotte. Questi moduli sono composti da diverse celle e presentano un aspetto caratterizzato da un colore cangiante.
  • Pannelli fotovoltaici in silicio amorfo: Questi pannelli sono più flessibili rispetto agli altri, ma hanno una resa inferiore. Tuttavia, sono in grado di produrre energia anche in condizioni di esposizione non ottimali, sebbene con una resa minore.
Tipologie di pannelli solari
Tipologie di pannelli solari
Richiedi una consulenza

I requisiti di consumo per l’installazione di un impianto fotovoltaico

Prima di decidere se installare un impianto fotovoltaico sul tuo tetto o meno, è fondamentale condurre un'attenta analisi dei tuoi consumi energetici attuali. Questo ti aiuterà a valutare se l'investimento a lungo termine in un impianto fotovoltaico è conveniente per te.

In generale, in ambito domestico, l'installazione di un impianto fotovoltaico è consigliata quando i consumi energetici annuali superano i 2.500 kWh. Tuttavia, è importante tenere presente che questo parametro può variare in base alle dimensioni dell'abitazione, alla composizione del nucleo familiare e alle abitudini di consumo.

È importante considerare che i consumi elettrici stanno subendo una crescita significativa, in parte a causa dei cambiamenti negli stili di vita delle persone. Ad esempio, l'affermazione della mobilità elettrica e delle smart home ha contribuito a un aumento della domanda di energia elettrica. Questo significa che potrebbe essere opportuno rivedere al rialzo il livello di consumo energetico che giustifica l'installazione di un impianto fotovoltaico.

Inoltre, oltre a valutare i consumi energetici attuali, è importante considerare anche il potenziale di risparmio e di guadagno offerto dall'energia solare. Un impianto fotovoltaico non solo può ridurre significativamente la bolletta energetica, ma può anche generare un reddito aggiuntivo attraverso la vendita dell'energia in eccesso alla rete elettrica, se supportato da politiche di incentivazione come il net metering.

In definitiva, prendere una decisione informata sull'installazione di un impianto fotovoltaico richiede una valutazione accurata dei consumi energetici, delle tendenze di consumo future e del potenziale di risparmio e di guadagno offerto dall'energia solare. Consultare un professionista del settore può essere utile per ottenere una valutazione dettagliata e personalizzata delle tue esigenze e delle opzioni disponibili.


Lo stile di vita del richiedente

Una valutazione del proprio stile di vita è opportuna prima di scegliere le caratteristiche dell’impianto fotovoltaico che si vorrà installare. È bene quindi chiedersi in che orari si è maggiormente in casa, quali sono le ore nelle quali si utilizzano la maggior parte degli elettrodomestici e se si hanno degli apparecchi elettrici energivori che si tengono accesi tutto il giorno (es. condizionatore, frigorifero).

Sulla base delle risposte si deciderà se installare un impianto fotovoltaico standard o con sistema di accumulo. Il primo è consigliabile per le persone che vivono in casa e che quindi utilizzano l'elettricità durante il giorno. Al contrario, per coloro che ritornano a casa di sera, le batterie per fotovoltaico possono essere la soluzione migliore. Questa, infatti, accumula l'energia solare nel corso della giornata in modo da poterla utilizzare nelle ore notturne.

Inoltre, grazie all'ampia offerta di marche di batterie per fotovoltaico che Otovo offre ai propri clienti, potrai scegliere quella più consona alle tue esigenze.

Scopri il mondo fotovoltaico Otovo

Quali caratteristiche deve avere il tetto?

L'installazione di un impianto fotovoltaico è fattibile su diversi tipi di tetti, ma non su tutti.

È dunque cruciale prendere in considerazione il tipo e la struttura del tetto prima di procedere con l'installazione, poiché non tutti i tetti sono idonei per ospitare pannelli solari. Ad esempio, tetti con superfici curve o fatti di paglia potrebbero risultare inadatti per l'installazione di un impianto fotovoltaico a causa della loro conformazione non idonea.

I tetti su cui solitamente vengono installati i sistemi fotovoltaici sono quelli a falde o piani. I tetti a falde sono i tradizionali tetti inclinati che si trovano comunemente nelle abitazioni residenziali. Per installare un impianto fotovoltaico su tali tetti, è necessario creare una struttura di supporto appropriata per garantire un ancoraggio sicuro e stabile dei pannelli solari.

D'altra parte, i tetti piani richiedono una struttura inclinata specifica che sollevi i moduli solari per garantire un'ottimale esposizione alla luce solare. Tale struttura può essere realizzata tramite l'installazione di supporti regolabili che consentono di variare l'angolazione dei pannelli solari in base alla stagione e all'angolazione ottimale per massimizzare la produzione di energia.

Inoltre, è importante considerare l'orientamento del tetto rispetto al sole. Idealmente, i tetti orientati a sud offrono la migliore esposizione alla luce solare durante il giorno. Tuttavia, anche tetti rivolti a est o ovest possono essere adatti per l'installazione di un impianto fotovoltaico, sebbene con una minore efficienza.

In conclusione, prima di procedere con l'installazione di un impianto fotovoltaico, è consigliabile consultare un professionista del settore per valutare la compatibilità del tetto e ottenere una progettazione personalizzata che massimizzi l'efficienza e il rendimento del sistema solare.


Orientamento e ingombro dei moduli fotovoltaici

La scelta dell’orientamento e dell'inclinazione dei pannelli fotovoltaici è fondamentale per ottenere ottimi risultati con il tuo impianto fotovoltaico: più i moduli sono orientati verso i raggi del sole, quindi verso sud, più l’effetto fotovoltaico sarà migliore. Inoltre, è bene assicurarsi che alberi o edifici nelle vicinanze non proiettino la loro ombra sui pannelli riducendone la loro efficienza. Nel caso ci sia comunque un camino o un albero che faccia ombra sui pannelli, è bene optare per l'installazione di un ottimizzatore fotovoltaico.

L’ingombro di un impianto fotovoltaico dipende molto dal numero di componenti utilizzati, dallo stile di vita degli utenti e dalla zona di installazione. In generale, un impianto di taglia domestica, con 3 kW di potenza nominale, ha bisogno di 15 mq per essere installato su tetti a falde e di circa 25 mq per le superfici piane.


Quanto costa installare pannelli fotovoltaici?

Ora che abbiamo visto numerose caratteristiche riguardo agli impianti fotovoltaici, la domanda che ci si potrebbe porre è: ma quanto costa installare pannelli fotovoltaici? Scopriamolo di seguito!

Negli ultimi tempi, grazie all'introduzione di nuove tecnologie e al costante miglioramento delle prestazioni, i costi di installazione dei sistemi fotovoltaici hanno subito una significativa riduzione. Attualmente, il costo medio per kWp di potenza installata si attesta tra i 1.500 e i 2.400 euro. Questo range di prezzi dipende da diversi fattori, quali la qualità dei materiali impiegati, la tecnologia adottata e le dimensioni complessive dell'impianto, tutti elementi che influenzano direttamente il costo totale del sistema.

Tuttavia, per sapere esattamente quanto costa installare i pannelli fotovoltaici, va considerata una serie di spese aggiuntive legate all'installazione di un impianto fotovoltaico, tra cui:

  • Metodo di installazione: La scelta del metodo di installazione, con la sua relativa complessità, può impattare sui costi complessivi del sistema. Ad esempio, l'installazione su tetto potrebbe risultare più conveniente rispetto a quella a terra.
  • Distanza dalla rete elettrica: La distanza tra l'impianto fotovoltaico e il punto di collegamento alla rete elettrica può influenzare i costi di installazione, poiché potrebbe richiedere l'utilizzo di cavi più lunghi o lavori aggiuntivi per il collegamento.
  • Costi amministrativi: Esistono spese legate alle pratiche burocratiche e ai requisiti normativi necessari per l'installazione e il collegamento dell'impianto alla rete elettrica.
  • Manutenzione: È essenziale considerare anche i costi di manutenzione durante il ciclo di vita dell'impianto. Questi possono includere la pulizia dei pannelli solari, la sostituzione di componenti difettosi e le operazioni di manutenzione generale per garantire il corretto funzionamento nel tempo.

Considerando tutti questi fattori, è fondamentale valutare attentamente i costi complessivi e i benefici a lungo termine prima di procedere con l'installazione di un impianto fotovoltaico.

Scopri il prezzo di un'installazione sul tuo tetto di casa!

Ecco perché dovresti intallare un impianto fotovoltaico

Prima di procedere con l'installazione di un impianto fotovoltaico nella propria abitazione, è naturale interrogarsi sull'effettiva convenienza di tale investimento.

I vantaggi economici legati all'installazione di un sistema fotovoltaico sono molteplici e significativi e comprendono:

  • Autoconsumo potenziato: Grazie alla possibilità di utilizzare sistemi fotovoltaici con accumulo, è possibile ridurre la richiesta di elettricità dalla rete e massimizzare l'autoconsumo dell'energia prodotta.
  • Scambio sul Posto: Il servizio offerto dal GSE permette di vendere l'eccesso di energia prodotta alla rete elettrica e ritirarla in un secondo momento secondo necessità, offrendo un'opportunità di guadagno aggiuntiva per i proprietari degli impianti fotovoltaici.
  • Compensazione delle eccedenze: Nel caso in cui l'energia immessa nella rete superi quella prelevata, il GSE provvede a compensare l'energia in eccesso, offrendo un ulteriore incentivo economico per l'installazione di impianti fotovoltaici.

Oltre a questi vantaggi principali, l'installazione di un impianto fotovoltaico offre ulteriori benefici significativi:

  • Risparmio sui consumi in bolletta: La riduzione della dipendenza dalla rete nazionale e la produzione autonoma di energia solare consentono un notevole risparmio sui costi energetici, considerando soprattutto l'incremento dei prezzi dell'elettricità nel tempo.
  • Aumento del valore dell'immobile: Gli impianti fotovoltaici possono aumentare il valore commerciale dell'abitazione, poiché sempre più acquirenti sono interessati a proprietà dotate di soluzioni energetiche sostenibili e a lungo termine.
  • Salvaguardia dell'ambiente: L'utilizzo dell'energia solare contribuisce alla riduzione delle emissioni nocive e dell'inquinamento atmosferico, preservando la qualità dell'ambiente per le generazioni future e riducendo la dipendenza da fonti energetiche fossili.
  • Contributo alla sicurezza energetica: Gli impianti fotovoltaici contribuiscono alla sicurezza energetica di una regione o di un paese, garantendo una fonte di energia stabile e affidabile, soprattutto in situazioni di emergenza o crisi energetiche.

Nell'infografica sottostante trovi riassunti tutti i benefici che derivano dall'installazione di un impianto fotovoltaico sul tetto di casa.

Benefici di installare un impianto fotovoltaico
Benefici di installare un impianto fotovoltaico

Considerando tutti questi aspetti, l'installazione di un impianto fotovoltaico non solo offre vantaggi economici immediati, ma contribuisce anche a promuovere uno sviluppo sostenibile e a garantire una maggiore sicurezza energetica per la comunità.


Qual è la durata di un impianto fotovoltaico?

Oltre ai benefici economici e ambientali già menzionati, è importante considerare anche la durata e la manutenzione degli impianti fotovoltaici prima di procedere alla sua installazione.

In media, un impianto fotovoltaico dotato di componenti di alta qualità può durare circa 25 anni, un periodo che consente un rapido rientro dell'investimento e una significativa riduzione dell'impatto ambientale nel lungo termine. La durata prolungata dell'impianto è fondamentale per massimizzare i benefici economici e ambientali nel corso degli anni.

Tuttavia, affinché l'impianto mantenga le sue prestazioni ottimali nel corso degli anni, è essenziale eseguire una manutenzione ordinaria e straordinaria periodica e accurata. Questo include controlli regolari sui pannelli solari, sulle batterie di accumulo (se presenti) e sugli altri componenti dell'impianto per garantirne il corretto funzionamento. Una manutenzione adeguata non solo prolunga la vita del sistema fotovoltaico, ma può anche aumentare il valore della casa, poiché gli acquirenti sono spesso disposti a pagare di più per una proprietà dotata di un impianto fotovoltaico ben curato e funzionante.

Voglio passare al solare!

Cosa devi sapere sullo smaltimento pannelli fotovoltaici

Approfondiamo ora un altro aspetto importante legato a un impianto fotovoltaico: lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici.

Lo smaltimento dei pannelli solari è una fase critica nella gestione responsabile degli impianti fotovoltaici. La tipologia dei pannelli, se RAEE domestici o professionali, ha un impatto significativo sul processo di smaltimento e sulle relative procedure:

  • I pannelli fotovoltaici RAEE domestici, con una potenza nominale inferiore a 10 kW, devono essere portati al Centro di Raccolta RAEE del Comune di residenza, seguendo le disposizioni locali e nazionali in materia di smaltimento dei rifiuti elettronici.
  • Diversamente, i pannelli fotovoltaici RAEE professionali, con una potenza nominale uguale o superiore a 10 kW, devono essere consegnati da soggetti autorizzati a un impianto presente nell'elenco del Centro di Coordinamento RAEE. Questo processo è fondamentale per garantire uno smaltimento sicuro e rispettoso dell'ambiente dei pannelli solari fuori uso.

È essenziale seguire attentamente queste procedure per garantire il corretto trattamento dei rifiuti elettronici e per evitare potenziali impatti negativi sull'ambiente. Inoltre, il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) fornisce un contributo finanziario per coprire parte dei costi di smaltimento dei pannelli solari RAEE professionali, agevolando così questo processo.

Data l'importanza cruciale del corretto smaltimento dei pannelli fotovoltaici per una gestione sostenibile degli impianti fotovoltaici, è fondamentale essere pienamente consapevoli delle normative locali e nazionali e delle disposizioni riguardanti lo smaltimento dei RAEE. Solo attraverso il rispetto di queste regole possiamo garantire un ciclo di vita sostenibile per gli impianti fotovoltaici e minimizzare il loro impatto ambientale.


Quali sono le garanzie per i pannelli fotovoltaici?

Infine, una volta effettuato l'acquisto di un impianto fotovoltaico, è fondamentale considerare non solo il processo di installazione e l'ottimizzazione delle prestazioni, ma anche la protezione a lungo termine dell'investimento.

A questo proposito, esistono tre tipi di garanzia da tenere in considerazione.

La prima è la garanzia sul prodotto, che copre eventuali difetti di fabbricazione dei componenti dell'impianto. Questa garanzia può avere una durata che varia tipicamente tra i 12 e i 25 anni, a seconda del produttore e del tipo di pannello solare utilizzato.

La seconda è la garanzia sull'installazione, che è di per sé obbligatoria per legge e generalmente ha una durata di 2 anni. Tuttavia, alcune aziende, come Otovo, estendono questa garanzia fino a 5 anni, offrendo maggiore tranquillità ai propri clienti riguardo alla qualità dell'installazione.

Infine, c'è la garanzia sulla produzione, che garantisce un certo livello di produzione energetica nel corso degli anni. Questa garanzia di solito ha una durata di 25 anni e fornisce un'assicurazione sulle prestazioni dell'impianto nel lungo termine.

Garanzie
Garanzie

Tenendo conto di queste garanzie, gli acquirenti di impianti fotovoltaici possono essere sicuri che il loro investimento sia protetto non solo nel breve termine, ma anche nel corso degli anni, assicurando un rendimento affidabile e duraturo dall'impianto solare.

Per approfondire le garanzie, ti consigliamo di visitare la pagina dedicata relativa alla Garanzie Otovo.


In conclusione

Speriamo che questo articolo riguardo l'installazione di un impianto fotovoltaico ti sia stato utile! Abbiamo analizzato e scoperto tutti i particolari di questa tecnologia analizzando numerosi dettagli, ad esempio come installare i pannelli fotovoltaici e quanto costa. Ne abbiamo visto vantaggi e caratteristiche.

E se vuoi rendere la tua casa ancora più efficiente dal punto di vista energetico, sappi che con Otovo, oltre agli impianti fotovoltaici, potrai anche beneficiare di una vasta gamma di soluzioni. Tra le alternative offerte si includono:

  • Batterie di Accumulo: Le batterie di accumulo sono ideali per conservare l'energia prodotta dai pannelli solari e utilizzarla quando necessario. Questo permette di ottimizzare l'autoconsumo dell'energia autoprodotta, riducendo ulteriormente la dipendenza dalla rete elettrica nazionale e aumentando l'indipendenza energetica.
  • Pompe di Calore: Le pompe di calore rappresentano una scelta ecologica per il riscaldamento e il raffreddamento degli ambienti domestici. Utilizzando l'energia termica presente nell'aria, nel suolo o nell'acqua, le pompe di calore offrono un metodo efficiente e sostenibile per mantenere il comfort termico all'interno degli edifici, contribuendo significativamente alla riduzione dell'impatto ambientale.
  • Colonnine di Ricarica per Veicoli Elettrici: Per chi è interessato alla mobilità sostenibile, Otovo offre la possibilità di installare colonnine di ricarica per veicoli elettrici direttamente presso la propria abitazione. Questo facilita il processo di ricarica dei veicoli elettrici, rendendo più conveniente e accessibile l'utilizzo di auto a emissioni zero e promuovendo l'adozione di soluzioni di trasporto più sostenibili.

Se hai deciso che è il momento di iniziare la tua Rivoluzione Solare, clicca subito il link qui sotto per calcolare subito il tuo preventivo personalizzato con Otovo!

Ricevi un preventivo personalizzato!

Domande frequenti

Conviene installare un impianto fotovoltaico?

Sicuramente! Installare un impianto fotovoltaico ti permette di risparmiare in bolletta e salvaguardare l'ambiente.

Come funziona il fotovoltaico?

Un impianto fotovoltaico è costituito da più moduli solari che a loro volta sono costituiti da unità più piccole: le celle fotovoltaiche. Quando le particelle di luce, note anche come fotoni, colpiscono gli elettroni liberi presenti sulla cella composta da silicio producono energia. Questa corrente, grazie all'inverter può essere utilizzata all'interno delle nostre abitazioni.

Ricevi un'offerta!
Ti sei iscritto correttamente a Otovo Italia | Blog Fotovoltaico in Italia
Bentornato! Sei entrato correttamente.
Bene! Ti sei iscritto correttamente.
Il tuo link è scaduto
Benissimo! Controlla la tua mail per trovare il link per accedere.