Inizia a risparmiare ora con Otovo. Scopri ora il potenziale del tuo tetto!

Quando tecnologia e sostenibilità si uniscono

Machine learning, algoritmi, modelli predittivi sono termini che fino a pochi anni fa erano complessi da capire, ma che con il passare del tempo sono diventati sempre più comunemente usati.

L’intelligenza artificiale ha cominciato a prender piede in diversi ambiti e, recentemente, è stata applicata al mondo delle energie rinnovabili. In questo settore, questa tecnologia è stata adottata da molti player di mercato per trovare soluzioni innovative volte a migliorare le performance dei vari sistemi.

In questo articolo approfondiremo maggiormente il concetto di intelligenza artificiale e vedremo come questa può apportare delle migliorie alla sostenibilità e al mondo delle energie rinnovabili.

Sei pronto? Iniziamo!


Intelligenza artificiale: cos’è?

Con il termine Intelligenza Artificiale (AI) si intende l’abilità di una macchina di mostrare capacità umane ,quali apprendimento e adattamento. L’Intelligenza Artificiale si muove tra due teorie distinte, ovvero:

  • Intelligenza Artificiale forte, la quale afferma che le macchine siano capaci di sviluppare una conoscenza di sé;
  • Intelligenza Artificiale debole, che ritiene sia possibile sviluppare macchine in grado di risolvere problemi specifici senza però avere conoscenza delle attività svolte.

In altre parole, l’Intelligenza Artificiale è un campo di ricerca che studia la programmazione e progettazione di macchine capaci di intraprendere azioni umane.

Adesso che abbiamo capito meglio il concetto di Intelligenza Artificiale, vediamo come questa può andare a modificare la filiera elettrica e applicarsi al mondo delle rinnovabili.


Intelligenza artificiale e filiera elettrica

Le numerose iniziative europee, quali la Next Generation EU e il Green Deal, hanno un ruolo cardine nel raggiungimento degli obiettivi previsti dall’Agenda 2030. Tuttavia, non siamo ancora vicini al pieno conseguimento di questi ultimi.

Nello specifico, se facciamo riferimento alla filiera dell’energia elettrica, e in particolare al suo impatto negativo sull’ambiente, ad oggi, non tutte le tecnologie che abbiamo a disposizione sono state in grado di diminuire le emissioni di CO2 tali da raggiungere una neutralità carbonica. Tuttavia, l’Intelligenza Artificiale potrebbe portare migliorie sia in chiave di digitalizzazione che di transizione energetica.

Come? Semplice! Ad oggi esistono diverse applicazioni dell’AI lungo l’intera filiera dell’energia elettrica, quali:

  • La generazione dell’energia
  • Il trading & Risk management
  • Il dispacciamento e trasmissione in alta tensione
  • La distribuzione dell’energia in media e bassa tensione
  • La vendita
  • Il consumo intelligente da parte degli utenti finali

A questi si dovrebbe aggiungere una corretta applicazione dell’AI alle rinnovabili.

Infatti, recentemente la domanda per le green energy ha raggiunto un livello tale da creare delle sfide complesse per il settore.

Tra le sfide più rilevanti ci sono sicuramente la massimizzazione dell’efficienza del sistema in tutte le sue componenti e l’ottimizzazione dell'equilibrio tra domanda e offerta variabili. Proprio in quest'ultimo caso, l’Intelligenza Artificiale ha un ruolo importantissimo in termini di capacità predittive, di controllo e coordinamento. È il caso anche delle smart grid, di cui abbiamo parlato precedentemente in un nostro articolo, che permettono di armonizzare le fonti rinnovabili con la gestione della rete.


Intelligenza artificiale e produzione di energia green

Nel campo delle energie rinnovabili l’AI può essere applicata ai sistemi fotovoltaici, eolici o idroelettrici per acquisire immense quantità di Big data utili per generare una previsione accurata di produzione di energia rinnovabile nel brevissimo e breve termine.

Un esempio? L’applicazione dell’Intelligenza Artificiale nell’ambito della Sunshot Initiative negli USA, che ha permesso di migliorare del 30% le previsioni di produzione di energia solare.

Avere delle previsioni accurate è importante per i produttori di energia rinnovabile. Infatti, questi dati permettono loro di ottimizzare la produzione e prevedere sanzioni in caso di produzione di energia in eccesso o difetto.


Intelligenza Artificiale e sistemi di accumulo

Ebbene sì, l’AI non viene utilizzata solamente come soluzione per gli impianti di energia rinnovabile, ma anche per eventuali sistemi di storage. Questa soluzione permette di semplificare l’integrazione di forniture diversificate e distribuite di energia rinnovabile con le batterie. Il ruolo degli accumulatori sta crescendo a vista d’occhio e in parallelo alla diffusione di fonti di energia pulita come il fotovoltaico. Infatti, dato che il bilanciamento tra domanda e offerta di energia è difficile da trovare con le rinnovabili, le batterie possono essere una soluzione. Infatti, questi dispositivi permettono di accumulare  il surplus di energia e utilizzarlo quando più se ne ha bisogno.

Nel caso specifico dei sistemi di storage, l’Intelligenza Artificiale può essere usata per prevedere e prendere decisioni sulla gestione e il rilascio dell’energia accumulata.


Intelligenza Artificiale ed economia circolare

Ma non è tutto: l’Intelligenza Artificiale può essere facilmente applicata anche al mondo dell’economia circolare. Come? Applicando l’AI a questo settore si potrebbero aiutare le aziende e i governi a velocizzare il flusso di risorse dell’economia circolare, andando a creare un circolo virtuoso. Inoltre, grazie a questa tecnologia, si potrebbero velocizzare i processi di progettazione di prodotti, componenti e materiali oltre a facilitare la gestione di modelli di business circolari e ottimizzare le infrastrutture.


L’Intelligenza Artificiale e le rinnovabili in Italia

Il nostro Paese, assieme ad altri paesi dell'UE come la Germania e la Francia, si sta battendo per garantire il massimo sfruttamento dell’energia rinnovabile immessa in rete e garantire allo stesso tempo la sicurezza del sistema. Ed è proprio in questo caso specifico che l’applicazione dell’Intelligenza Artificiale risulterebbe utilissimo per garantire un’ottimizzazione complessiva della rete, considerando non solo la variabilità della domanda e dell’offerta delle fonti rinnovabili, ma anche della capacità di accumulo dell’intero sistema.

Noi di Otovo siamo un’azienda innovativa e digitale che ha a cuore la tematica della sostenibilità. Ed è per questo che il nostro obiettivo principale è installare quanti più impianti fotovoltaici possibili sui tetti degli Italiani. Se anche tu sei interessato a salvaguardare l’ambiente, aiutare il nostro Paese a raggiungere gli obiettivi previsti dall’Agenda 2030 e risparmiare sulla bolletta della luce, unisciti alla rivoluzione solare insieme a noi!

Ricevere un preventivo è semplicissimo: inserisci l’indirizzo di tuo interesse nella barra di ricerca seguente. Otterrai un’offerta personalizzata in meno di un minuto!

You’ve successfully subscribed to Otovo Italia | Blog Fotovoltaico in Italia
Welcome back! You’ve successfully signed in.
Great! You’ve successfully signed up.
Your link has expired
Success! Check your email for magic link to sign-in.