Inizia a risparmiare ora con Otovo. Scopri ora il potenziale del tuo tetto!

Un approfondimento sulla tematica della sostenibilità

Il termine sostenibilità è sempre più comune. Aziende, persone, istituzioni politiche trattano sempre più spesso di questo argomento che ormai è entrato a far parte della nostra vita di tutti i giorni.

In questo articolo approfondiremo il concetto di sostenibilità, prendendo in considerazione tutte le sue parti: economica, sociale e ambientale.


Che cos’è la sostenibilità?

Il concetto di sostenibilità si riferisce al cambiamento dove lo sfruttamento delle risorse, gli investimenti e le nuove tecnologie ambiscono a valorizzare il potenziale attuale e futuro.

La commissione delle Nazioni Unite ha definito il concetto di sviluppo sostenibile come “[...] lo sviluppo che soddisfa i bisogni del presente senza compromettere le capacità delle future generazioni di soddisfare i propri”.

Nello specifico, la sostenibilità ha come obiettivo principale la possibilità di essere profittevole senza comportare danno per l’ambiente e senza compromettere la qualità della vita delle generazioni future. Lo sfruttamento delle risorse non può essere sostenuto indefinitamente ed è quindi fondamentale passare a un'economia sostenibile per la sopravvivenza del genere umano.

Come anticipato poc’anzi, il concetto di sostenibilità si fonda principalmente su tre pilastri indipendenti: sostenibilità economica, sostenibilità ambientale e sostenibilità sociale.

La visione integrata di queste tre dimensioni si concretizza nell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, in cui sono definite, ma intersecate, tre dimensioni:

  • Dimensione economica: uso efficiente delle risorse
  • Dimensione ambientale/ecologica: riproducibilità delle risorse
  • Dimensione sociale: equità

Di seguito analizziamo ogni pilastro.

Sei pronto? Iniziamo!


La sostenibilità economica

Come accennato, il primo pilastro della sostenibilità è rappresentato dalla sostenibilità economica, cioè la capacità di un sistema economico di assicurare una crescita stabile e continua degli indicatori economici.

Il termine di sostenibilità economica si può definire in termini pratici come la produzione e il mantenimento di condizioni favorevoli per la crescita economica mediante lo sfruttamento delle risorse. Solo così si possono valorizzare i prodotti e i servizi del territorio, far aumentare il PIL e diminuire la disoccupazione.

Per essere sostenibile un modello economico deve essere in grado di sfruttare le risorse naturali più lentamente di quanto queste si riproducano. Quindi è importante focalizzarsi anche su variabili esterne come l’istruzione, la crescita demografica e la ricerca.


La sostenibilità ambientale

Il secondo pilastro della sostenibilità è quello della sostenibilità ambientale. Come si evince già dal nome, questo pilastro è legato alle risorse naturali che l’uomo ha a disposizione e al loro utilizzo consapevole. Pensando sempre alle generazioni future, è importante che ogni individuo utilizzi queste risorse in modo sostenibile.

Durante la pandemia si è visto come una cattiva gestione delle risorse e dell'ambiente provochi danni enormi sia a livello sociale che economico. Si pensi per esempio alle catastrofi naturali avvenute in Germania o alle bombe d’acqua che abbiamo assistito l’estate scorsa. Questi eventi sono il risultato del surriscaldamento globale.

Alluvione in Germania (Fonte: ADN)
Alluvione in Germania (Fonte: ADN)

Allo stesso tempo, però, durante il lockdown abbiamo potuto vedere come le condizioni ambientali siano migliorate dato il calo nell’uso delle auto a benzina e degli aerei.

Un sistema sostenibile è in grado di autoregolarsi e resistere a fattori esterni e interni che possono alterare il suo equilibrio naturale.

The Natural Step, un'organizzazione no-profit, ha definito la sostenibilità ambientale come la capacità di:

  • Ridurre l’estrazione di sostanze naturali dalla crosta terrestre, come ad esempio i combustibili fossili
  • Ridurre la produzione di sostanze e composti chimici, tra cui la plastica
  • Diminuire il degrado fisico della natura e dei processi naturali, proteggendo gli habitat marini e boschivi
  • Diminuire tutti gli ostacoli che non permettono alle persone di soddisfare i bisogni umani fondamentali

Questi concetti vanno ben oltre al concetto di sostenibilità legata solo al riciclo, riuso e biodegradabilità. Infatti, sottolineano il fatto che i consumi debbano essere rimodulati per consentire la stabilità di questo pilastro.

Sostenibilità ambientale ed economia circolare

Parlando di sostenibilità ambientale, non può essere omesso il concetto di economia circolare, una valida alternativa al concetto di Economia Lineare che permette di staccare la crescita economica dal consumo di risorse. Grazie all’economia circolare è possibile ripensare ai modelli di produzione e di consumo per ridurre gli sprechi e riutilizzare i materiali all’interno di cicli produttivi infiniti.

Una delle strategie principali di questa tipologia di economia è sicuramente la rigenerazione dei prodotti e delle componenti, in grado di eliminare il concetto di fine vita di un prodotto e apportare notevoli vantaggi ambientali. Grazie all’economia circolare è infatti possibile dare agli scarti una seconda vita.

Sostenibilità ambientale e impianti fotovoltaici

E il fotovoltaico? Anche gli impianti fotovoltaici sono una componente rilevante all’interno del concetto di sostenibilità ambientale. Questa tecnologia infatti può portare a un risparmio economico e a una diminuzione della carbon footprint.

L’utilizzo di moduli fotovoltaici porta alla sostenibilità ambientale, dato che i pannelli riescono a produrre energia pulita con zero emissioni. Questo è possibile grazie all’energia solare, una fonte rinnovabile inesauribile che non va a impattare in modo negativo il nostro sistema. Inoltre, l’energia viene prodotta e consumata nello stesso posto per cui si annullano i costi e le dispersioni di trasporto.


Sostenibilità sociale

Il terzo pilastro della sostenibilità è rappresentato dalla sostenibilità sociale, cioè la capacità di mantenere una condizione di benessere distribuita equamente all’interno della società. Il termine benessere include i concetti di sicurezza, salute, istruzione, giustizia e democrazia.

Sotto questo aspetto, il nostro Paese purtroppo non ha una posizione di spicco. Con la crisi finanziaria del 2007/2008, l’istruzione, la sanità e la ricerca italiana hanno subito notevoli tagli. Inoltre, si notano ancora le diseguaglianze tra le varie fasce della popolazione che non permette di realizzare un modello di sviluppo sostenibile.

Esempi di iniziative di sostenibilità sociale

Negli ultimi anni numerose aziende hanno dato sempre più importanza al concetto di sostenibilità, soprattutto l’aspetto sociale, e hanno introdotto il Corporate Social Responsibility per avviare progetti di sostenibilità e di welfare aziendale.

Tra le iniziative abbiamo:

  • Gli asili aziendali: una tipologia di welfare che aiuta le famiglie a ridurre i costi e i tempi legati alle dinamiche famigliari
  • L’economia di quartiere: un’iniziativa che sostiene i piccoli negozi di quartiere per incentivare lo sviluppo territoriale e la produzione locale
  • Reddito di cittadinanza: un aiuto finanziario alle persone in difficoltà per diminuire la distanza sociale, aumentare la coesione e il potere d’acquisto

Philip morris iternational (Pmi) pubblica la nuova edizione dell'Integrated Report

È stato recentemente pubblicato il nuovo Integrated Report di Pmi, in cui sono stati integrati nuovi parametri per misurare i progressi sociali, ambientali e di governance (Esg) ed è stato introdotto l'Indice di Sostenibilità come parametro di valutazione della performance aziendale che collega il 30% della remunerazione direttamente a obiettivi di sostenibilità.

Il report fornisce un quadro completo dei progressi conseguiti nel raggiungimenti degli obiettivi di sostenibilità e business.

La sostenibilità e la performance aziendale sono fortemente connesse e si rafforzano a vicenda. Le nostre azioni, fondate su dati, scienza e fatti, parlano più delle parole. Pmi si impegna ad essere un agente di cambiamento e a sviluppare e produrre alternative tecnologiche efficaci al fumo per i fumatori adulti che non smettono. Con una visione di lungo termine, stiamo anche espandendo la nostra attività in settori che vanno oltre il tabacco e la nicotina, come il benessere e la salute del consumatore.

Queste le parole a commento di Jacek Olczak, CEO di Pmi.


Vuoi anche tu contribuire allo sviluppo sostenibile? Passa alla rivoluzione solare con Otovo.

Per ricevere un preventivo personalizzato inserisci l'indirizzo di tuo interesse nella barra di ricerca sottostante. Otterrai un'offerta personalizzata in meno di un minuto.


Domande frequenti

Cosa significa sviluppo sostenibile?

Lo sviluppo sostenibile è la capacità di vivere in modo equo e dignitoso senza sfruttare e deturpare i sistemi naturali da cui traiamo le risorse e senza oltrepassare la loro capacità di smaltire scarti e rifiuti generati dalle attività umane.



You’ve successfully subscribed to Otovo Italia | Blog Fotovoltaico in Italia
Welcome back! You’ve successfully signed in.
Great! You’ve successfully signed up.
Your link has expired
Success! Check your email for magic link to sign-in.