Inizia a risparmiare ora con Otovo. Scopri ora il potenziale del tuo tetto!

Che cos'è l'Agenda 2030?

Il 25 settembre 2015, i 193 paesi dell’ONU si sono riuniti e hanno sottoscritto l'Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile che garantisca un presente e un futuro migliore al nostro pianeta Terra e alle persone che lo abitano.

L’Agenda prevede diversi interventi, complessivamente 169 sotto-obiettivi, per promuovere la sostenibilità sociale, ambientale ed economica.

Ed è proprio per questo che gli obiettivi sono suddivisi in tre categorie:

  1. Sociale
  2. Ambientale
  3. Economico

Secondo quanto stabilito dall’Agenda 2030, ogni Paese deve contribuire in base alle proprie capacità al raggiungimento degli obiettivi.

Dopo il 2015, nel dicembre 2019, la Commissione Europea ha presentato la strategia di crescita The European Green Deal con l’obiettivo di trasformare l’Unione Europea in un’economia moderna, efficiente in termini di risorse e competitiva. A questo punto, ti starai chiedendo a che punto è l’Europa? Vediamolo insieme!


Il progresso dell’Europa per gli obiettivi di Agenda 2030

Recentemente Eurostat ha pubblicato l’aggiornamento dei progressi in Europa per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

L’indagine prende in considerazione i trend degli indicatori considerando due periodi temporali: il breve termine (5 anni) e il lungo termine (14 anni).

Obiettivi Agenda 2030
Obiettivi Agenda 2030

Il rapporto evidenzia dei progressi significativi negli ultimi 5 anni in particolare per:

  • L’obiettivo 16 - Pace, giustizia e istituzioni forti
  • L’obiettivo 1 - Diminuzione della povertà e dell’esclusione sociale
  • L’obiettivo 3 - Miglioramento della situazione sanitaria dell’UE

Gli altri obiettivi sono cresciuti, ma a una velocità inferiore, soprattutto perché sono stati impattati dalla pandemia, che ha rallentato il progresso medio. In particolare, il COVID-19 ha impattato negativamente sui seguenti obiettivi:

  • L'obiettivo 8, incentrato sul  miglioramento dell’economia e del lavoro
  • L’obiettivo 4, focalizzato sul miglioramento della qualità dell’istruzione
  • L’obiettivo 5, incentrato sulla parità di genere
  • L’obiettivo 10 volto a ridurre le disuguaglianze
  • L’obiettivo 17, incentrato sul rafforzare i mezzi di attuazione degli obiettivi e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile.

Tra i risultati si evince come rimanga stazionaria la valutazione dell’obiettivo 13 “Azione per il clima”. Infatti, dei trend di miglioramento si sono registrati per quanto riguarda la mitigazione dell'inquinamento, dovuta soprattutto allo sviluppo di energie rinnovabili, tra cui l’energia solare. Tuttavia, la valutazione è stata influenzata negativamente dall’intensificarsi degli impatti climatici, come l’aumento delle temperature medie.

Invece, considerando gli obiettivi 7 “Energia accessibile e pulita per tutti” e 15 “Proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre” si può dire che c’è stato un leggero allontanamento dai rispettivi obiettivi di sviluppo sostenibile.  Infine, per gli obiettivi 6 “Acqua pulita e servizi igienici" e 7 “Conservare gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile”, l’Eurostat non ha potuto valutare i trend a causa della mancanza di dati sufficienti per gli ultimi 5 anni.


La strategia europea per i prossimi anni

Come si può evincere dai risultati presentati, nonostante la pandemia, l’Unione Europea si sta impegnando a raggiungere gli obiettivi dell'Agenda 2030. Per proseguire nella giusta direzione, però, l’UE deve seguire quattro azioni prioritarie:

  1. Pubblicare la dichiarazione congiunta da parte della Commissione europea, del Parlamento europeo e dal Consiglio europeo per riaffermare l’impegno dell’Unione per l’attuazione dell'Agenda 2030;
  2. Preparare una comunicazione della Commissione europea che evidenzi le modalità, le tempistiche e i piani che l’UE adotterà per raggiungere gli obiettivi;
  3. Coinvolgere la società civile;
  4. Preparare una EU voluntary national review della Commissione europea in vista del summit delle Nazioni Unite che si terrà a Settembre 2023.

Ora che abbiamo delineato come l’intera Europa stia agendo per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030, analizzeremo di seguito la situazione italiana.


Agenda 2030: a che punto è l’Italia?

Il Rapporto 2021 dell'ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile) analizza lo stato di avanzamento dell’Italia rispetto all’attuazione dei 17 Obiettivi dell’Agenda 2030 e le aree di miglioramento, per garantire una sostenibilità economica, sociale e ambientale.

Il rapporto, presentato per la prima volta a Settembre 2021, mostra che, anche se l'Italia si sta mostrando come un Paese sempre più green per lo stile di vita e con un interesse maggiore verso l'ambiente, il progresso della Nazione verso gli Obiettivi non sta andando nella giusta direzione. Infatti, il rapporto indica che tra il 2019 e il 2020, l’Italia ha visto un miglioramento solo per tre obiettivi:

  • L’obiettivo 7 che valorizza l’energia pulita e accessibile
  • L’obiettivo 13 relativo alla lotta contro il cambiamento climatico
  • L’obiettivo 16 che valorizza la pace, la giustizia e le istituzioni solide

Altri tre obiettivi sono rimasti stabili:

  • Obiettivo 2 volto a sconfiggere la fame
  • Obiettivo 6 relativo all’acqua pulita e all’igiene
  • Obiettivo 9 relativo all’innovazione

Mentre si è verificato un trend di peggioramento dei seguenti obiettivi:

  • Obiettivo 1 volto a sconfiggere la povertà.
  • Obiettivo 3 volto a valorizzare salute e benessere
  • Obiettivo 4 che promuove l’istruzione di qualità
  • Obiettivo 5 che valorizza la parità di genere
  • Obiettivo 8 che valorizza il lavoro dignitoso e la crescita economica
  • Obiettivo 10 volto alla riduzione delle diseguaglianze
  • Obiettivo 11 volto allo sviluppo di città e comunità sostenibili
  • Obiettivo 15 volto alla valorizzazione della vita sulla terra
  • Obiettivo 17 volto a instaurare partnership per gli obiettivi

Infine, l’indagine evidenzia che per gli obiettivi 12 “Consumo e produzione responsabile” e 14 “Vita sott’acqua” non sono stati esaminati per mancanza di dati.


Alcune proposte per aiutare l’Italia a raggiungere gli obiettivi

Di seguito elenchiamo alcune proposte per il miglioramento dei trend negativi descritti nel paragrafo precedente e per far sì che il nostro Paese raggiunga gli obiettivi prefissati.

Obiettivo Proposte
Sconfiggere la povertà Riformare il sistema di welfare, semplificando le procedure e l’accesso ai servizi
Contrastare la povertà abitativa e il degrado delle periferie
Sconfiggere la fame Favorire una maggiore consapevoelzza sui corretti stili alimentari
Assicurare un quadro armonizzato per l’etichettatura degli alimenti sostenibili
Salute e benessere per tutti Rendere i sistemi sanitari più flessibili
Promuovere la dimensione collettiva della salute e strategie globali di contrasto per le pandemie
Istruzione di qualità per tutti Raggiungere il 96% della partecipazione alla scuola d’infanzia
Ridurre sotto il 9% l’uscita precoce dalla scuola
Raggiungere l’uguaglianza di genere Valutazione ex ante ed ex post dell’impatto di genere di leggi e politiche pubbliche
Acqua pulita e servizi igienico-sanitari Implementare politiche di prevenzione dell’inquinamento dell’acqua integrando settore agricolo, industriale e civile
Energia pulita e accessibile per tutti Dare priorità all’efficienza energetica per ridurre la domanda di energia per almeno il 14,4% al 2030
Lavoro dignitoso e crescita economica Predisporre una strategia nazionale per l’occupazione di qualità
Fare leva sui settori strategici per garantire una crescita sostenibile
Imprese, innovazione e infrastrutture Incremento dei fondi per Ricerca e Sviluppo
Miglioramento delle infrastrutture di inter-modalità tramite anche la digitalizzazione dei servizi logistici
Ridurre le disuguaglianze Attuare una riforma in grado di superare le iniquità del sistema fiscale attuale
Introdurre misure a sostegno di transizione ecologica e giustizia sociale
Città e comunità sostenibili Creare un osservatorio sulla condizione abitativa
Sblocco dei finanziamenti per le aree interne e montane
Consumo e produzione responsabili Porre l’impatto ambientale e sociale al centro della logica di produzione
Sensibilizzare le persone sul loro potere di mercato
Lotta contro il cambiamento climatico Attivare urgentemente il dialogo multilivello sul clima e sull’energia con la società civile e le autorità locali
Vita sott’acqua Favorire la piccola pesca sostenibile
Vita sulla terra Adottare una normativa di sistema per la protezione del suolo e per arrestarne il consumo
Porre degli obiettivi ambientali, come principio guida e scopo degli obiettivi economici, nel quadro del Green deal europeo
Pace, giustizia e istituzioni solide Tracciabilità e monitoraggio degli investimenti e flussi finanziari del PNRR
Partnership per gli obiettivi Raggiungere lo 09.7% del Reddito Nazionale Lordo per l’Aiuto Pubblico allo sviluppo entro il 2025

Le imprese e l’Agenda 2030

Le imprese sono ritenute uno dei soggetti principali per il raggiungimento dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile. Le aziende di tutto il mondo sono quindi chiamate a dare un contributo all’Agenda 2030 attraverso lo sviluppo di nuovi modelli di business sostenibile, di investimenti, di innovazione, di sviluppo tecnologico e di collaborazioni con diversi stakeholders.

L’elemento chiave per le imprese è rappresentato proprio dall’innovazione sostenibile, che deve essere implementata per raggiungere gli obiettivi prefissati. È quindi rilevante integrare tutti gli obiettivi dell’Agenda 2030 all’interno di ogni strategia per non escludere nuovi mercati e perdere competitività.

Prendendo in considerazione alcuni numeri, a oggi il 72% delle imprese globali menzionano almeno una volta gli Obiettivi dell’Agenda 2030 all’interno dei propri rapporti di sostenibilità. Ciò mostra che c’è un buon livello di coinvolgimento e conoscenza del tema.

Vuoi contribuire anche tu al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030? Passare al fotovoltaico può essere una soluzione. Inserisci l’indirizzo di tuo interesse nella barra di ricerca sottostante per ricevere un preventivo personalizzato in meno di un minuto:


Domande frequenti

Quali sono le 5 P su cui si basta l'Agenda 2030?

L'Agenda 2030 si basa su cinque concetti cardine chiamati anche 5 P. Questi sono: Persone, Prosperità, Pace, Partnership e Pianeta.

You’ve successfully subscribed to Otovo Italia | Blog Fotovoltaico in Italia
Welcome back! You’ve successfully signed in.
Great! You’ve successfully signed up.
Your link has expired
Success! Check your email for magic link to sign-in.