Inizia a risparmiare ora con Otovo. Scopri ora il potenziale del tuo tetto!

Le ripercussioni dell’aumento della popolazione sul clima

Il continuo aumento della popolazione mondiale che contraddistingue il nostro tempo costituisce un rischio determinante per le emergenze di carattere ambientale e climatico, che se non affrontate per tempo si tradurranno in gravi danni e ripercussioni sulle generazioni che ci seguiranno.

In questo articolo vedremo quale scenario futuro ci attende e quanto è importante agire subito per combattere il cambiamento climatico. Analizzeremo nello specifico come il fotovoltaico e l’energia rinnovabile possono aiutarci contro il sovrappopolamento.

Se prima di procedere alla lettura sei pronto a compiere la tua rivoluzione solare con Otovo, immetti il tuo indirizzo nella barra di ricerca per ricevere un preventivo personalizzato per un impianto fotovoltaico. Otterrai un’offerta in meno di un minuto:


Popolazione mondiale: una crescita mai vista prima

Ogni anno sulla Terra la popolazione registra un tasso di crescita dell'1%: circa 140 milioni di nuove nascite e 60 milioni di decessi, per un aumento di circa 80 milioni di persone all'anno.

Ciò a cui stiamo assistendo oggi è una crescita rapida e senza precedenti.

Secondo le stime più recenti dell’Onu, nel 2030 sulla Terra ci saranno circa 8,5 miliardi di persone e queste continueranno a crescere. Nel 2050 il nostro pianeta arriverà a contare ben 9,7 miliardi di abitanti e circa 11,2 miliardi nel 2100.

Crescita della popolazione mondiale (Fonte: ourworldindata.org)
Crescita della popolazione mondiale (Fonte: ourworldindata.org)

Da cosa dipende questo aumento?

Prima ancora che dall’alto tasso di nascite, questo fenomeno deriva soprattutto dal miglioramento delle condizioni di vita grazie con l’introduzione di farmaci in grado di ridurre i tassi di mortalità, facendoci così vivere meglio e più a lungo.

Ma quale sarà il futuro della popolazione mondiale?

Se da un lato il progresso scientifico apre la strada a sempre maggiori soluzioni per garantirci vite più longeve, dall’altro la progressiva e costante crescita demografica a cui stiamo assistendo ci mette in grave difficoltà.


Le conseguenze della sovrappopolazione

Stiamo andando incontro a un grave sovrappopolamento, definito dagli studiosi un vero e proprio problema al quale è necessario trovare una soluzione.

Le conseguenze a cui andiamo incontro infatti, devono farci aprire gli occhi. Di seguito riportiamo le più comuni.

Esaurimento delle risorse

Mano a mano che la popolazione mondiale aumenta, diminuiscono sempre di più le risorse a disposizione per il nostro sostentamento, basti pensare che già oggi le disponibilità mondiali annuali vengono esaurite in meno di 6 mesi.

Quest’anno inoltre l’Earth Overshoot Day, ovvero il giorno in cui la Terra ha esaurito le proprie risorse annuali è caduto il 28 luglio, un giorno prima rispetto all’anno scorso. Ciò significa che dal giorno dopo abbiamo già iniziato a sfruttare quelle previste per il 2023.

Un dato allarmante arriva inoltre dalla FAO (l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura), la quale stima che entro il 2050 la quantità di acqua a disposizione di ogni singolo individuo scenderà del 73%.

I rischi ambientali

Ma chi risente maggiormente dell’aumento demografico è soprattutto il nostro ambiente: il sovrappopolamento infatti non fa che aumentare i disastri ambientali che già oggi influenzano in modo preoccupante le nostre vite.

Fenomeni come l’effetto serra, il surriscaldamento globale, i cambiamenti climatici, la carbon footprint, l’inquinamento atmosferico e le deforestazioni sono quindi la diretta conseguenza del nostro eccessivo aumento.

Queste complicanze sono abbastanza spaventose, vero? Tuttavia molti paesi stanno lavorando duramente per trovare delle soluzioni!

Clicca qui per iniziare a produrre energia pulita


Misure per ridurre il sovrappopolamento globale: le soluzioni europee

In Europa la sfida demografica è una delle priorità all’interno dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, che insieme all'accordo di Parigi sui cambiamenti climatici costituisce la tabella di marcia per un mondo migliore.

Durante la plenaria del Parlamento Europeo dello scorso maggio, i deputati hanno adottato una relazione progettata per affrontare la sfida demografica che l'Unione Europea (UE) sta affrontando, aprendo la strada alla nascita di una strategia a livello dell'UE su questo tema chiave. La conclusione a cui la Commissione è giunta è che, per combattere l’aumento della popolazione è necessario un intervento a monte, che vada ad agire su un problema fondamentale: il cambiamento climatico.


L’importanza di un’azione sul clima

Per prevenire la salute nostra, della Terra e delle generazioni future è quindi necessario passare all’azione e combattere la crisi climatica, una condizione provocata dal surriscaldamento globale causato a sua volta dall’emissione di gas serra.

Per questo motivo la neutralità climatica è l’obiettivo che ogni paese deve raggiungere, grazie anche a strumenti come il Green Deal europeo, messo a punto dall’UE e che punta all’azzeramento delle emissioni di CO2 entro il 2050.

Migliorare l’efficienza energetica degli edifici, promuovere forme di trasporto a bassa emissione (come ad esempio monopattini e auto elettriche), adottare sistemi agricoli più sostenibili e rendere più green l’industria sono solo alcuni dei cambiamenti da mettere in atto. Ma quello su cui più si punta e che potrebbe davvero segnare un cambiamento significativo e duraturo è il passaggio a fonti di energia rinnovabile. Prima tra tutti, l’energia solare grazie al fotovoltaico.


Combattere il cambiamento climatico con il fotovoltaico

Rallentare e porre fine alla crisi climatica è dunque possibile grazie al fotovoltaico. Questo sistema permette infatti di catturare l’energia del sole, che è rinnovabile e illimitata, e di convertirla in energia elettrica pulita attraverso i pannelli solari.

Un tipo di energia che fa bene ai cittadini, perché aiuta a ridurre le spese grazie alla possibilità di autoconsumo energetico per la propria casa, e che apre la strada alla transizione ecologica.

Ridurre il consumo di combustibili fossili grazie all’energia rinnovabile ci aiuterà a combattere il cambiamento climatico, e vincendo quest’ultimo le risorse a disposizione della popolazione mondiale aumenteranno, garantendoci così una vita più sicura oggi e migliore domani.

Esistono inoltre 5 azioni prioritarie proposte dall’ONU che possono guidarci nel percorso verso le energie pulite per salvare la nostra Terra.

Puoi scoprirle tutte in questo nostro video:


Conclusione

Per dare inizio al cambiamento, Otovo si impegna ogni giorno per permettere a sempre più persone di iniziare un nuovo cammino verso il cambiamento. Installare un impianto fotovoltaico è infatti uno dei contributi più grandi che in questo momento tutto noi possiamo compiere.

Per noi e per il nostro Pianeta, iniziamo oggi la nostra rivoluzione solare!

Calcola subito un preventivo gratuito e personalizzato


Domande frequenti

Quali effetti ha la crescita della popolazione mondiale sull'ambiente?

L’aumento della popolazione mondiale contribuisce in modo significativo all’aumento di fenomeni ambientali preoccupanti come l'effetto serra, l'inquinamento atmosferico, il surriscaldamento e i cambiamenti climatici.

Come combattere il cambiamento climatico?

La strada migliore da prendere per combattere e vincere i cambiamenti climatici è il passaggio a fonti di energia rinnovabile, prima fra tutte l’energia solare prodotta grazie al fotovoltaico.

You’ve successfully subscribed to Otovo Italia | Blog Fotovoltaico in Italia
Welcome back! You’ve successfully signed in.
Great! You’ve successfully signed up.
Your link has expired
Success! Check your email for magic link to sign-in.