Inizia a risparmiare ora con Otovo. Scopri ora il potenziale del tuo tetto!

L'efficientamento energetico e i suoi vantaggi

Per efficientamento energetico si intende l’insieme di interventi - su edifici pubblici e privati, complessi aziendali e commerciali - realizzati per ottimizzare il rapporto tra immissione di energia e rendimento in termini di consumi o di produzione. Insomma, un miglioramento il cui obiettivo è la migliore distribuzione dell’energia.

I vantaggi che ne conseguono sono molteplici. Da un lato, infatti, queste attività permettono di sfruttare le fonti energetiche nel migliore dei modi, senza ricadere in una riduzione delle prestazioni, ma consumando comunque meno energia. Dall’altro lato, invece, le spese sostenute per questa tipologia di interventi di riqualificazione energetica beneficiano di vantaggiose detrazioni fiscali.


Che differenza c’è tra il risparmio energetico e l’efficientamento energetico?

Risparmio ed efficientamento energetico sono concetti spesso accomunati, ma erroneamente, poiché non corrispondo alla stessa definizione. Infatti, quando si parla di risparmio energetico si fa riferimento a quegli interventi volti a ridurre i livelli di consumo attuando il taglio degli sprechi e l’ottimizzazione dell’uso delle fonti di approvvigionamento e impiego dell’energia. Per esempio, si parla di risparmio energetico quando si adottano comportamenti energeticamente virtuosi, come l’uso solo in determinate fasce orarie degli elettrodomestici. Tuttavia, non tutte queste attività comportano un miglior utilizzo delle fonti, in quanto l’elemento prioritario è il risparmio.

Le operazioni di efficientamento energetico, invece, selezionano e razionalizzano al meglio una risorsa per trarne il massimo vantaggio. Più nello specifico, si tratta di saper scegliere la risorsa migliore in termini di comfort, rendimento, sfruttamento energetico ed economico. Dunque, per efficientamento energetico si intende una serie di interventi possibili su strutture sia pubbliche che private che mantengano alta la performance sfruttando al meglio le risorse energetiche.

Richiedi una consulenza


Gli interventi di efficientamento energetico

Essendo un rapporto tra consumi e prestazioni, l'efficienza energetica può essere espressa con percentuali o con classi, in modo da identificare i livelli di efficienza energetica per un'attività produttiva o un'abitazione. Per ottenere il miglior efficientamento energetico è necessario apportare degli interventi che permettano di non ridurre le prestazioni a fronte di una riduzione del consumo di energia.

Con l’efficientamento energetico, inoltre, si ha la possibilità di attingere a delle agevolazioni IRPEF o IRES quando si operano determinati interventi. In particolare, le detrazioni sono ottenibili per:

  • Aumentare la performance dell’efficienza attraverso messe in opera di coibentazioni, pavimentazioni e infissi specifici
  • Acquistare nuovi pannelli solari
  • Sostituire i vecchi climatizzatori

Inoltre, la detrazione spetta per l’acquisto e la posa di:

  • Panelli solari
  • Impianti di climatizzazione invernale con generatori di calore alimentati da biomasse combustibili
  • Domotica e in generale apparecchi per il controllo da remoto per il riscaldamento degli ambienti
  • Micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti
  • Acquisto di generatori d’aria calda a condensazione
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con apparecchi ibridi composti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione

L’efficientamento energetico per edifici o unità immobiliari riguarda strutture che risultino già presenti a partire dalla data che sancisce l’inizio dei lavori. Per “presenti” si intende che siano dichiarati al catasto o che la richiesta di accatastamento sia per lo meno in corso e che siano state rispettate le date di versamento di eventuali contributi. Non è importante, invece, il tipo di abitazione: si può trattare di un edificio o parte di esso di qualsiasi categoria catastale; sono comprese anche quelle rurali o strumentali per l’attività d’impresa o professionale.


Le detrazioni fiscali per gli interventi di efficientamento energetico

Gli interventi di efficientamento energetico permettono di portare in detrazione dalle imposte (Irpef o Ires) una parte consistente delle spese sostenute. La detrazione va ripartita in 10 rate annuali di pari importo e le spese ammesse in detrazione comprendono sia i costi per i lavori relativi all’intervento, sia i costi per le prestazioni professionali necessarie per realizzare l’intervento stesso e acquisire la certificazione energetica richiesta.

Fruiscono della detrazione del 65% l’installazione di pannelli solari per la produzione dell’acqua calda, la sostituzione di boiler tradizionali con sistemi a pompa di calore, la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione di classe superiore alla A e i relativi impianti di regolazione, l’acquisto e installazione di micro cogeneratori e l’acquisto e l’installazione di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento e climatizzazione.

Beneficiano, invece, della detrazione del 50% l’acquisto e l’installazione di impianti fotovoltaici, l’acquisto e la posa di caldaie a biomassa e di caldaie a condensazione di classe A, la sostituzione degli infissi.

Calcola subito un preventivo personalizzato per il tuo tetto! Ti basterà inserire il tuo indirizzo di casa nella barra di ricerca qui sotto:


Come ottenere la detrazione fiscale

Per richiedere la detrazione fiscale sarà necessario essere in possesso di 3 documenti:

  • Asseverazione: viene elaborata da tecnici abilitati come geometri, architetti, ingegneri; in alternativa, è sufficiente la dichiarazione del direttore dei lavori che attesti la conformità dell’intervento realizzato in base ai requisiti tecnici specifici;
  • Attestato di prestazione energetica: ossia l’APE, è un documento che deve essere redatto dopo che sono stati eseguiti gli interventi, e ha lo scopo di raccogliere le informazioni riguardanti l’edificio in base agli interventi. Non è obbligatorio nei seguenti casi:
    - Sostituzione di finestre con infissi in singole unità immobiliari e l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda;
    - Sostituzione di climatizzatori invernale con altri dotati di caldaie a condensazione e messa in opera del sistema di distribuzione;
    - Acquisto e successiva messa a punto delle schermature solari;
    - Installazione di climatizzatori con generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, se le detrazioni sono richieste per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale (comma 347 della legge 296/2006);
  • Scheda informativa degli interventi realizzati

Chi può accedere agli sgravi per efficientamento energetico

Gli sgravi per l’efficientamento energetico sono accessibili a tutti i contribuenti - residenti e non - che possiedono un diritto sull’immobile oggetto di modifiche.

Nello specifico, a questa agevolazione possono accedervi:

  • Persone fisiche
  • Società di persone e di capitali (contribuenti titolari di reddito di impresa)
  • Associazioni di professionisti
  • Enti, sia privati che pubblici, che non operino in attività commerciale

Oltre allo sgravio fiscale i contribuenti possono accedere anche alla cessione del credito per lo sconto in fattura (ciò che ti offre proprio Otovo!). Per quanto riguarda l’entità del beneficio, questo si tratta di un un’aliquota che può essere detratta dall’IRPEF o IRES che può raggiungere il 65% di spese totali, per un tetto massimo che arriva fino alla somma di €100.000.


Domande frequenti

Cos’è e a cosa serve l’efficientamento energetico?

L'efficientamento energetico è un insieme di operazioni che possono riguardare edifici pubblici, privati, complessi aziendali e attività che permettono di contenere i consumi energetici, ottimizzando il rapporto esistente tra fabbisogno energetico (di luce e gas) e livello di emissioni. In altri termini, si tratta di un insieme di pratiche che permettono di sfruttare le fonti energetiche in modo ottimale.

Quali lavori rientrano nell’efficientamento energetico?

I lavori che rientrano nell’efficientamento energetico sono l’installazione di pannelli solari e impianti fotovoltaici, la coibentazione delle pareti, l’installazione di impianti di produzione o consumo di fonti rinnovabili e gli interventi di isolamento termico (cappotto termico).

Richiedi un preventivo personalizzato

You’ve successfully subscribed to Otovo Italia | Blog Fotovoltaico in Italia
Welcome back! You’ve successfully signed in.
Great! You’ve successfully signed up.
Your link has expired
Success! Check your email for magic link to sign-in.