Inizia a risparmiare ora con Otovo. Scopri ora il potenziale del tuo tetto!

L’elenco dei 10 disastri climatici che ci sono costati di più nel 2022

La crisi energetica e la crisi climatica hanno avuto ripercussioni gravissime sugli equilibri del nostro Pianeta nell’ultimo anno. E anche se oggi sono sempre più incisivi i piani d’azione sostenibili - come il PNRR, l’Agenda 2030, il RepowerEU e l’Accordo di Parigi - messi in atto dai governi di tutto il mondo per contrastare questa situazione di instabilità economica e climatica, purtroppo il climate change ha inferto un duro colpo al nostro ecosistema, presentandoci un conto salatissimo in termini sia ambientali che economici.

In questo articolo ti parleremo del nuovo rapporto di Christian Aid “Counting the cost 2022: a year of climate breakdown”, in cui sono identificati i 10 disastri climatici più costosi dello scorso anno, e in cui è stimato come tutti e 10 presenti in questo elenco abbiano avuto un impatto pari o superiore a 3 miliardi di dollari sull’economia mondiale.

Prima di iniziare a leggere, però, fai la scelta giusta e decidi anche tu di contrastare il surriscaldamento globale e di passare all’energia solare! Calcolati un preventivo gratuito e personalizzato per un impianto fotovoltaico sul tuo tetto e inizia subito a produrre energia pulita che fa bene all’ambiente. Immetti l’indirizzo di tuo interesse nella barra sottostante e ricevi un’offerta in meno di un minuto.

Sei pronto? Iniziamo!


Il nuovo rapporto di Christian Aid e i 10 disastri climatici più costosi del 2022

Come accennato nell’introduzione a questo articolo, nel report di Christian Aid sono riportati i 10 eventi climatici tra i più disastrosi e costosi del 2022. È da precisare, però, che questa valutazione è basata solo sui danni assicurati, il che significa che probabilmente i costi finanziari potrebbero essere ancora più alti mentre i costi umani tristemente spesso non vengono conteggiati.

Per iniziare a fornire qualche dato, nel report sono evidenziati disastri climatici come le inondazioni in Pakistan, che hanno ucciso più di 1.700 persone, sfollate altre 7 milioni, e causato danni economici per un totale di 30 miliardi di dollari. Per non parlare della siccità in Europa, che è costata altri 20 miliardi di dollari.

Le inondazioni in Pakistan (Fonte: Fanpage)
Le inondazioni in Pakistan (Fonte: Fanpage)

È paradossale pensare che, seppur il rapporto di Christian Aid si concentri principalmente sui costi finanziari - che di solito sono più elevati nei paesi più ricchi a causa del valore di proprietà più alto e possono permettersi un’assicurazione -, gli eventi meteorologici più estremi e mortiferi del 2022 abbiano colpito le nazioni più povere, le quali, oltretutto, hanno avuto sempre un ruolo minore nella causa del cambiamento climatico.

Scopriamo insieme la triste lista dei 10 disastri climatici più costosi del 2022.

La tempesta Eunice

Il ciclone di portata straordinaria ha colpito Belgio, Irlanda, Germania, Paesi Bassi, Polonia e Regno Unito tra il 14 e il 19 febbraio 2022 causando 16 vittime e oltre 4,3 miliardi di dollari di danni.

Le alluvioni nell'est Australia

Il continente australiano tra il 23 febbraio e il 31 marzo 2022 è stata colpita da violente alluvioni che hanno causato 27 morti, oltre 60mila sfollati, e un costo totale di 7,5 miliardi di dollari.

Le alluvioni in KwaZulu Natal e Eastern Cape

Le alluvioni violente sono giunte anche in Sud Africa tra l’8 e il 15 aprile 2022. I morti purtroppo sono stati molti, quasi 460, 40mila sfollati e un danno di circa 3 miliardi di dollari.

Le alluvioni in Pakistan

Abbiamo già citato a inizio articolo le alluvioni in Pakistan, forse uno degli eventi più tragici del 2022. Da giugno a settembre 2022 una vastissima area del paese asiatico è stato travolto dalle violenti acque che hanno provocato 1.739 vittime e oltre 7 milioni di sfollati. Il danno economico si stima si attesti sui 5,6 miliardi di dollari.

Le alluvioni in Cina

Nello stesso periodo delle alluvioni in Pakistan, anche la Cina è stata colpita dallo stesso disastro climatico. Le alluvioni in territorio cinese, però, non hanno comportato fortunatamente nessuna vittima, ma i danni materiali sono stati gravissimi: 12,3 miliardi di dollari.

La siccità in Cina

Le alluvioni purtroppo non state sufficienti, poiché è seguito subito dopo un profondo periodo di siccità, mai stata così intensa. Le stime dicono che la siccità in Cina stia costando 8,4 miliardi di dollari.

Siccità in Cina: il fiume Yangtze in secca (Fonte: TAG24)
Siccità in Cina: il fiume Yangtze in secca (Fonte: TAG24)

La siccità in Europa

Da giugno a settembre 2022 l’Europa è stata colpita da un disarmante periodo di siccità. Seppur non sia facile effettuare una stima delle potenziali vittime, i calcoli economici in termini di danni materiali invece sono immediati: 20 miliardi di dollari.

L'uragano Fiona

Cuba e l’America sono stati colpiti dal 23 settembre al 2 ottobre 2022 dal ciclone più devastante e dispendioso dell’anno, che ha registrato 130 vittime, più di 40mila sfollati e oltre 100 miliardi di dollari.

I disastrosi effetti dell'uragano Fiona (Fonte: Global Empowerment Mission)
I disastrosi effetti dell'uragano Fiona (Fonte: Global Empowerment Mission)

La siccità in Brasile

La siccità ha colpito aspramente anche nel territorio sudamericano, poiché è durata quasi tutto l’anno e ha comportato una spesa di oltre 4 miliardi di dollari.


Loss and damage: il fondo per la perdita e i danni

Alla luce di questo elenco di eventi climatici disastrosi (a cui si affiancano altrettanti disastri climatici non riportati in questa lista) il rapporto di Christian Aid evidenzia la necessità di istituire un fondo per le perdite e i danni - oltretutto recentemente concordato alla COP27 - per fornire un sostegno finanziario ai paesi in via di sviluppo che hanno subito ingenti perdite a causa di una crisi climatica che non hanno causato, ma che hanno solo subito.


Conclusione

Sono ancora tantissimi i provvedimenti da prendere sia su un fronte economico che ambientale per uscire da questa gravissima situazione di crisi climatica.

Ognuno di noi deve impegnarsi quotidianamente per mantenere uno stile di vita improntato alla sostenibilità. L’energia solare è sicuramente una valida alleata per contrastare la carbon footprint e per aiutare a conseguire gli obiettivi sostenibili degli Accordi di Parigi per mantenere il surriscaldamento globale al di sotto di 1,5°C. Dal momento che questa fonte rinnovabile è un’energia pulita che non produce emissioni di CO2 nell’atmosfera, il suo utilizzo è totalmente green e ti permette di usufruire dell’energia elettrica senza doverti preoccupare delle sue conseguenze sull’ambiente.

Con i tuoi pannelli solari, inoltre, potrai perseguire l’indipendenza energetica senza dover più chiedere elettricità alla rete nazionale, ma potendo essere tu stesso il produttore dell’energia per la tua abitazione.

Noi di Otovo siamo in prima linea in questa battaglia contro i cambiamenti climatici e proprio per questo il nostro obiettivo è installare un impianto fotovoltaico sul tetto di tutti gli italiani!

Unisciti anche tu alla rivoluzione solare e inizia a fare del bene al Pianeta. Calcolati un preventivo gratuito in meno di un minuto e ricevi subito un’offerta personalizzata. Immetti l’indirizzo di tuo interesse nella barra sottostante:

You’ve successfully subscribed to Otovo Italia | Blog Fotovoltaico in Italia
Welcome back! You’ve successfully signed in.
Great! You’ve successfully signed up.
Your link has expired
Success! Check your email for magic link to sign-in.