Inizia a risparmiare ora con Otovo. Scopri ora il potenziale del tuo tetto!

Un articolo Otovo sulla conservazione delle batterie per fotovoltaico

Introdotte per la prima volta nel 1991, le batterie per fotovoltaico al litio sono tra le più diffuse e performanti sul mercato.

La loro ottima efficienza e durata garantisce numerosi vantaggi, tra cui un notevole risparmio in termini energetici che si riflette direttamente sulle bollette di casa.

Tuttavia è necessario, per il loro corretto funzionamento, che queste vengano conservate e protette nel miglior modo possibile affinché non si verifichino guasti, danni o interruzioni di attività che potrebbero gravare sull’intero sistema fotovoltaico.

In questo articolo vogliamo illustrarti alcuni semplici suggerimenti per conservare e proteggere al meglio le batterie di un impianto, così da poter ottenere un corretto e stabile rendimento.

Sei pronto? Iniziamo!


Batterie: una panoramica

Prima di conoscere di più su come conservare al meglio le batterie di un impianto, facciamo un piccolo ripasso sui sistemi di accumulo.

Con il termine batterie per fotovoltaico indichiamo dei dispositivi che servono a immagazzinare l'energia in eccesso prodotta dai pannelli fotovoltaici e rappresentano un importante passo avanti per raggiungere l’autonomia energetica.

Il collegamento tra i moduli e le batterie per fotovoltaico avviene tramite l’inverter, elemento fondamentale che consente di convertire la corrente continua (CC) in corrente alternata (CA) e di poterla così utilizzare nelle abitazioni.

Solo installando delle batterie per fotovoltaico si può rendere questa disponibile anche di sera e nelle ore senza luce. Risultano dunque necessarie per rendersi indipendenti dalla rete, riducendo allo stesso tempo gli sprechi che possono verificarsi all’interno di un sistema.

Calcola il tuo preventivo

Ma per assicurare il corretto funzionamento di un sistema di accumulo, ecco per te alcuni consigli!

1. Garantire la giusta temperatura e livello di carica

La temperatura è un aspetto molto importante per garantire la corretta conservazione di un sistema di accumulo.

La temperatura consigliata è solitamente di 15°C, tuttavia leggere attentamente le etichette sulla corretta conservazione per il tipo di batteria specifico è sempre consigliato.

Le batterie devono essere conservate lontano dalla luce solare, dal calore e dall’umidità. Per questo scegliere di posizionare le batterie in un ambiente climatizzato è sicuramente una soluzione consigliabile per garantire un ambiente di stoccaggio sicuro. In questo modo l’area sarà sempre ventilata e asciutta.

Un altro aspetto fondamentale è lo stato di carica: bisogna prestare particolare attenzione a quest’ultimo durante la conservazione.

Solitamente le batterie al litio devono essere conservate a circa il 40% di stato di carica.

Il mancato rispetto di queste linee guida potrebbe causare un calore eccessivo danneggiando così le batterie internamente creando un potenziale rischio incendio.

2. Evitare che i terminali della batteria si tocchino

Il passaggio più importante quando si conservano le batterie al litio è assicurarsi che i terminali della batteria non siano in contatto con metalli o altri terminali.

Per tale motivo le batterie devono essere conservate in una struttura, come per esempio un armadietto, che non venga urtato da altri macchinari.

Ciò eviterà che le batterie si spostino, mantenendo intatti tutti i terminali.

In caso di più batterie installate la mancanza di spazio potrebbe costringere a impilare, tuttavia è sempre consigliato evitare l’accatastamento.

3. Separare le batterie per età e tipo

Se hai deciso di dotare il tuo impianto di più batterie e queste risultano diverse tra loro, per marca e anno di produzione, è sempre consigliato tenerle separate.

La separazione delle batterie per tipo semplifica infatti il processo di prevenzione da contatto delle estremità.

Separare le batterie per tipo, in base alla loro età e per dimensione è anche un’importante misura di sicurezza, in quanto la batteria più debole può rappresentare un fattore limitante per le prestazioni di un impianto.

Fotovoltaico con accumulo: come conservare le batterie
Fotovoltaico con accumulo: come conservare le batterie

Conclusione

Quelli che ti abbiamo presentato sono alcuni consigli e semplici linee guida per conservare al meglio le batterie di un impianto e garantirne così le massime prestazioni.

È sempre necessario scegliere solo prodotti di qualità, affidarsi a produttori esperti e mantenere costante la cura di ogni parte del proprio sistema di accumulo.

Otovo si impegna ogni giorno a offrire ai suoi clienti i migliori prodotti, per questo motivo scegliamo di affidarci solo alle migliori marche presenti sul mercato e a esperti del settore.

Se vuoi sapere come iniziare la tua rivoluzione solare installando un impianto fotovoltaico sul tuo tetto, digita il tuo indirizzo nella barra sottostante e calcola subito un preventivo personalizzato!


Domande frequenti

Quali tipi di batterie per fotovoltaico esistono in commercio?

Oggi è possibile trovare diverse tipologie di batterie sul mercato, tra le principali ci sono sicuramente quelle al litio, al gel e al piombo acido.

Come conservare le batterie per fotovoltaico?

Le migliori soluzioni per conservare e proteggere un sistema di accumulo sono: garantire sempre la giusta temperatura e livello di carica, evitare che terminali diversi si tocchino e separare le batterie per età e tipologia.

You’ve successfully subscribed to Otovo Italia | Blog Fotovoltaico in Italia
Welcome back! You’ve successfully signed in.
Great! You’ve successfully signed up.
Your link has expired
Success! Check your email for magic link to sign-in.