Inizia a risparmiare ora con Otovo. Scopri ora il potenziale del tuo tetto!

14 partner collaboreranno per la viabilità elettrica del futuro

Il futuro della mobilità è sempre più green e smart, rivoluzione necessaria per contrastare i drastici cambiamenti climatici dettati dal surriscaldamento globale e l’inquinamento della nostra atmosfera.

In questo articolo vedremo insieme il nuovo progetto Arena del futuro, per la creazione della prima autostrada elettrica italiana. Ma, prima di tutto, faremo una breve panoramica sulla mobilità sostenibile.

Sei pronto? Iniziamo!


La mobilità sostenibile: cos’è e perché è importante

Per mobilità sostenibile si intende un sistema ideale di trasporti ideato per ridurre l’impatto ambientale, sociale ed economico del settore e, allo stesso tempo, la resa degli spostamenti più efficace e veloce.

Specificamente, la mobilità sostenibile è volta a ridurre o eliminare:

  • L’inquinamento atmosferico
  • L’inquinamento acustico
  • La congestione stradale
  • Il tasso di incidentalità
  • Il deturpamento delle aree urbane causato dagli autoveicoli
  • Il consumo del territorio dovuto alla realizzazione di nuove infrastrutture ed edifici
  • I costi degli spostamenti a carico della comunità e del singolo individuo.

Fortunatamente, sempre più città si stanno proiettando in direzione della mobilità sostenibile, soprattutto implementando il loro apparato tecnologico, ma senza trascurare, però, la sensibilizzazione dei cittadini su questo argomento.

La mobilità sostenibile è un fattore essenziale per tutelare l’ambiente per ridurre in modo significativo la carbon footprint.

Le forme di mobilità sostenibile

Le forme più diffuse di trasporto sostenibile sono le seguenti:

Auto elettrica
Auto elettrica

È importante sottolineare come queste forme di mobilità sostenibile - a parte, ovviamente, i mezzi di trasporto in cui non è richiesto un motore - sono facilmente compatibili con l’energia solare! Tutti i mezzi di trasporto ricaricabili elettricamente, infatti, possono essere ricaricati comodamente attraverso l’energia prodotta da un impianto fotovoltaico. Non solo è un fattore che può aiutare a salvaguardare l’ambiente, ma consente un risparmio economico in bolletta non indifferente.

Se abbinato a un sistema di accumulo, infatti, si avrà la possibilità di usufruire dell’energia prodotta in eccesso da un impianto fotovoltaico nei momenti in cui se ne ha più bisogno. Quindi, per esempio, si potranno ricaricare le proprie macchine elettriche o ibride grazie alle apposite colonnine di ricarica alimentate a energia solare, oppure la propria bicicletta o il proprio monopattino elettrico.

Puoi calcolarti subito un preventivo personalizzato, ti basterà immettere il tuo indirizzo di casa nella barra di ricerca sottostante:


Arena del Futuro: la prima e-highway italiana

Dopo avere chiarito il concetto di mobilità sostenibile e la sua importanza a livello ambientale e sociale per salvaguardare il nostro pianeta, passiamo ora alla descrizione del progetto Arena del futuro che finalmente darà la possibilità anche all’Italia di testare le autostrade elettriche.

Attualmente, sono già presenti 118 punti di ricarica sparsi sul territorio lungo la grande viabilità. Di questi, il 22% è a corrente alternata e con potenza inferiore o uguale a 43 kW. Il 78%, invece, è a corrente continua e con potenza superiore ai 43 kW. Ma il concetto di Arena del Futuro è differente. Per autostrada elettrica – o e-highway -, infatti, si intende una particolare tipologia di infrastruttura pensata per ricaricare i veicoli elettrici a batteria in modalità wireless o tramite linee aeree di contatto.

Le menti dietro a questo strabiliante progetto sono da ricercarsi tra imprese e ricercatori accademici. Nello specifico, i protagonisti sono Autostrada A35 Brebemi-Aleatica, ABB, Electreon, FIAMM Energy Technology, IVECO, IVECO Bus, Mapei, Pizzarotti, Politecnico di Milano, Prysmian, Stellantis, TIM, Università Roma Tre e Università di Parma. Questi 14 partners collaboreranno allo sviluppo di un sistema innovativo di mobilità per merci e persone lungo i corridoi di trasporto autostradali a zero emissioni.

Nella nota di accompagno alla presentazione del progetto si legge:

“L’unicità di questo rivoluzionario progetto è quella di veder scendere in campo congiuntamente, per la prima volta al mondo, un pool di importanti realtà industriali internazionali affiancate da prestigiose Università e Istituzioni, con lo scopo di analizzare tutti i dati che emergeranno durante i prossimi mesi di lavoro e di studio relativi a questa avveniristica tecnologia”.

In realtà, le e-highway non sono un concetto del tutto nuovo. Paesi come India, Germania e Svezia si sono già cimentati nella configurazione di questi progetti dalle caratteristiche e dimensioni differenti. Ma per la prima volta, grazie ad Arena del Futuro, anche l’Italia entrerà nelle sperimentazioni delle autostrade elettriche.

L’obiettivo principale è stato definito con precisione: dimostrare l’efficienza e la fattibilità delle tecnologie di carica induttiva dinamica senza contatto per veicoli elettrici leggeri e pesanti.

Dove si troverà l’Arena del Futuro

Arena del Futuro è il nome concordato per l’identificazione del nuovo anello di asfalto lungo 1050 metri ubicato, precisamente, in un’area privata dell’autostrada A35 in prossimità dell’uscita Chiari Ovest.

In questo percorso sarà installato un sistema a induzione, detto Dynamic Wireless Power Transfer - alimentato con una potenza elettrica di 1MW. In questo laboratorio dell’innovazione mobile verranno testate diverse gamme di veicoli elettrici in ambiente dinamico e statico. Inoltre, il progetto prevederà una connettività avanzata mediante tecnologie Iot (Internet of Things) e 5G in modo da garantire la massima sicurezza stradale e ottimizzare la produttività dei mezzi commerciali; il tutto apportando costanti migliorie alla pavimentazione stradale per renderla più durevole e non alterare l’efficienza della carica wireless.


Domande frequenti

Quante colonnine elettriche di ricarica ci sono in autostrada?

Sul nostro territorio, lungo la grande viabilità, sono presenti attualmente 118 punti di ricarica.

Dove sarà l'Arena del Futuro?

Arena del Futuro è il nome concordato per l’identificazione del nuovo anello di asfalto lungo 1050 metri ubicato, precisamente, in un’area privata dell’autostrada A35 in prossimità dell’uscita Chiari Ovest.

Partecipa alla lotta al cambiamento climatico con Otovo!

You’ve successfully subscribed to Otovo Italia | Blog Fotovoltaico in Italia
Welcome back! You’ve successfully signed in.
Great! You’ve successfully signed up.
Your link has expired
Success! Check your email for magic link to sign-in.