Inizia a risparmiare ora con Otovo. Scopri ora il potenziale del tuo tetto!

Una breve guida sull'e-mobility

Ormai le troviamo già in tutte le città Italiane e in alcune case per caricare le nostre auto, moto e biciclette - stiamo parlando delle colonnine elettriche. La mobilità sta cambiando velocemente e sempre più auto elettriche, a bassa emissione di CO2, stanno conquistando il mercato mondiale.

In questo articolo tratteremo delle colonnine di ricarica per auto elettriche e vedremo come queste, grazie al fotovoltaico, hanno già dato la possibilità ad alcuni di muoversi in modo più sostenibile, con emissioni zero e un’autonomia sempre maggiore.


Colonnine di ricarica per auto elettriche: tipologie

Le colonnine elettriche sono principalmente di due tipologie: le colonnine di ricarica elettriche per il settore privato e semipubblico, e le colonnine elettriche per il settore pubblico. Vediamole insieme nel dettaglio.

  • Colonnine elettriche per il settore privato e semipubblico - vengono solitamente usate in abitazioni familiari, negozi, ristoranti, alberghi, banche e parcheggi aziendali.
  • Colonnine elettriche per il settore pubblico - appartengono a questa categoria le colonnine di ricarica elettriche che trovi per la città, fuori dalle stazioni o dagli aeroporti. Questi dispositivi, che sono installati da fornitori di energia e gestori di rete, aumenteranno a vista d’occhio dopo l'Italia ha stabilito gli obiettivi con l’Europa per ridurre le emissioni di CO2. Infatti, il Ministro della Transizione ecologica, Cingolani, ha affermato che sono in arrivo nel Belpaese ben 29 mila colonnine elettriche.
Voglio un'offerta personalizzata

Colonnine elettriche per il settore pubblico

Quanto tempo ci vuole per ricaricare un auto elettrica a casa?

Il tempo impiegato a caricare un’auto elettrica dipende molto da quanta energia ci serve e dalla potenza della colonnina stessa. È bene tenere presente che le batterie non assorbono l’energia in modo omogeneo - una volta raggiunto l’80%, l’immissione di energia è molto più lenta.

In generale, un’auto media con 50 kWh di batteria (Renault Zoe o Tesla Model 3) ci mette circa 6.5 ore a ricaricare con una colonnina da 7.4kW. Se abbiamo invece una colonnina di ricarica da 3 Kw, ci metteremo il doppio del tempo.

Le stazioni di ricarica per auto elettriche pubbliche hanno una potenza superiore a quelle domestiche. Infatti, la potenza minima è di 22kW. Per cui, una colonnina da 22kW ci impiega circa 2 ore a caricare una vettura con batteria da 50kW; una colonnina da 50 kW circa un’ora, mentre con in una stazione elettrica da 350 kW può metterci meno di 25 minuti.


Quanto costa una colonnina di ricarica?

I prezzi di una colonnina elettrica domestica dipendono molto dalla potenza del dispositivo.

Per esempio, le colonnine fino a 7,4kW del nostro partner Wallbox hanno un prezzo tra i 900 euro e i 1500 euro, IVA esclusa.

Il costo sale se si opta per una colonnina a ricarica accelerata (fino ai 22kW), veloce (fino ai 50kW) e ultra veloce (oltre i 50 kW). Infatti, i dispositivi a ricarica accelerata hanno un prezzo che oscilla tra 2.000 e i 4.000 euro; quelli a ricarica veloce tra i 7.000 e i 19.00 euro e quelli ultra veloce tra i 26.000 e gli 80.000 euro. Tutti questi prezzi non comprendono l’IVA.

I prezzi delle colonnine di ricarica pubbliche dipendono da alcuni fattori, quali:

  • Il costo dell’energia stabilito dal gestore
  • La velocità di ricarica
  • La capacità della batteria del veicolo elettrico

In generale, il prezzo di ricarica di un'autovettura con una batteria da 40kWh si aggira sui 18 euro se si sceglie una colonnina a ricarica accelerata (fino a 22kW) e a 20 euro per la modalità veloce (fino ai 50kW). Naturalmente, più la batteria è grande, più il prezzo di ricarica aumenta.


Gli incentivi per l’acquisto di una colonnina elettrica domestica

Lo Stato italiano prevede degli incentivi per l’acquisto di una colonnina elettrica domestica. Infatti, coloro che acquistano questi dispositivi hanno diritto a uno sconto fiscale del 50% sull’intera spesa. Da questo sussidio sono però escluse le colonnine da 3Kw.


Le autorizzazioni per installare una colonnina di ricarica a casa

In generale, non è richiesta alcuna autorizzazione per installare una colonnina elettrica a casa. Tuttavia, alcuni Comuni sono più restrittivi di altri. È bene quindi affidarsi a degli specialisti che conoscono tutte le procedure burocratiche a livello comunale prima di procedere con l’installazione.

Richiedi una consulenza


Colonnine di ricarica e fotovoltaico: un combo perfetto

Ricaricare l’auto elettrica con l’energia solare è sia ecologico che conveniente. Infatti, un impianto fotovoltaico rende possibile una mobilità a zero emissioni di CO2 che riducono la carbon footprint e rallentano il surriscaldamento globale.

Inoltre, le auto elettriche ricaricate dal fotovoltaico aumentano la redditività dell’intero impianto fotovoltaico. Infatti anziché immettere il surplus di energia generato dal fotovoltaico nella rete elettrica ad un prezzo sfavorevole, questo può essere utilizzato per ricaricare l’automobile a condizioni vantaggiose.

Se si opta per un impianto fotovoltaico con accumulo, è possibile di attivare e disattivare la colonnina elettrica anche durante le ore notturne, senza richiedere l’energia alla rete.

In altre parole i vantaggi della combinazione tra fotovoltaico, accumulo e colonnina elettrica sono:

Voglio saperne di più


Domande Frequenti

Come si paga la ricarica dell'auto elettrica alle colonnine?

Il pagamento presso le colonnine di ricarica dell'auto elettrica può essere a consumo o con abbonamento mensile o annuale.

C'è bisogno di uno specialista per installare una colonnina di ricarica per auto elettriche?

Sì, avrai bisogno di un tecnico specializzato per installare una colonnina nel tuo giardino o negli spazi comuni del condominio.

You’ve successfully subscribed to Otovo Italia | Blog Fotovoltaico in Italia
Welcome back! You’ve successfully signed in.
Great! You’ve successfully signed up.
Your link has expired
Success! Check your email for magic link to sign-in.