Inizia a risparmiare ora con Otovo. Scopri ora il potenziale del tuo tetto!

Scopri come risparmiare sul riscaldamento con i consigli Otovo

Quest'inverno i prezzi dell'elettricità aumenteranno, per non parlare di quelli del gas. Consumeremo più elettricità quando è buio e soprattutto più riscaldamento quando fa freddo.

La crisi energetica che sta caratterizzando quest’ultimo periodo freddo sta minacciando la sicurezza economica del nostro Paese. Grazie ad alcuni provvedimenti, come il PNRR e il Next Generation EU, l’Unione Europea si sta muovendo per salvaguardare la stabilità economico-finanziaria del Vecchio Continente, anche se, però, la strada è ancora lunga e sicuramente la crisi climatica non fa altro che peggiorare la situazione.

Proprio per questo motivo in articolo vogliamo proporti i 5 consigli per risparmiare il tuo consumo di riscaldamento e per salvaguardarti dal vertiginoso rincaro dei prezzi.

C’è ancora una cosa che puoi fare per iniziare a risparmiare in bolletta: passare all’energia solare. Con un impianto fotovoltaico sul tuo tetto puoi produrre direttamente grazie ai tuoi pannelli solare il quantitativo necessario di energia per alimentare le tue utenze domestiche, rendendoti sempre più indipendente dalla rete elettrica nazionale. Immetti l’indirizzo di tuo interesse nella barra di ricerca sottostante e calcolati subito un preventivo gratuito e personalizzato per un impianto fotovoltaico domestico!

Prima di iniziare a leggere scorri il nostro carosello Instagram e scopri subito i 5 modi per risparmiare sul riscaldamento.

Sei pronto? Iniziamo!


Risparmiare sul riscaldamento: i 5 consigli di Otovo

Eccoti di seguito i 5 consigli che abbiamo pensato per te per risparmiare sul riscaldamento e soprattutto in bolletta questo inverno!

Arieggia la casa nelle ore più calde

Un'abitudine corretta è quella di arieggiare la casa solo nelle ore più calde. Infatti, questa abitudine consente di far entrare in casa aria più calda rispetto a quanto potrebbe accadere in altri momenti. Il risultato è che, anche se c'è bisogno di riscaldare l'ambiente, le fonti di calore iniziano il loro lavoro con un ambiente che ha un minimo di calore già in partenza. Un piccolo vantaggio che, se moltiplicato per più stanze, assume un peso specifico notevole.

Va inoltre ricordato che, per cambiare l'aria in casa, non è necessario tenere le finestre aperte per ore e ore. Sono infatti sufficienti una decina di minuti per considerare un ambiente arieggiato. Trascorso questo tempo, si possono chiudere le finestre e permettere al sistema di riscaldamento di portare l'ambiente a temperatura.

Non coprire i radiatori

Coprire i termosifoni è una cattiva abitudine che molti hanno e che non permette di risparmiare sul riscaldamento. Questo accade molto spesso con i vestiti umidi o con quelli che si intende riscaldare. Questo limita l'efficacia del radiatore, rendendolo molto meno efficiente. Anche i copritermosifoni, i mobili e altre strutture che coprono anche solo parzialmente la sua superficie hanno un impatto negativo sull'efficienza del riscaldamento.

Crea un umidificatore fatto in casa

Ti sarà sufficiente una ciotola d'acqua vicino al termosifone. Riempila quando non c'è più acqua. Questo può permettere di percepire meglio il calore e quindi di poter ridurre la temperatura del termostato. In questo caso, ovviamente, si ottengono benefici non solo sulla bolletta ma anche in termini di salute.

Isola porte e finestre

Tra le tante soluzioni particolarmente efficaci in questo senso, segnaliamo le guarnizioni adesive termoplastiche. Si tratta di un sistema adatto sia alle porte che alle finestre, in grado di mantenere il calore all'interno della casa in inverno e il fresco durante l'estate. La resistenza ai raggi UV rende questo prodotto particolarmente duraturo, mentre essendo realizzato in materiale trasparente non influisce negativamente sull'estetica dell'arredamento.

Quando si parla di correnti d'aria, si pensa subito alle finestre. Eppure molto spesso la causa di queste dispersioni di calore è la porta d'ingresso. Intervenire in questo senso è possibile con un paravento. Il prodotto specifico che ti proponiamo è particolarmente apprezzabile perché, oltre a un ottimo isolamento termico, è facile da montare ed è anche economico.

Utilizza tappeti che isolino il pavimento e trattengano il calore

Un altro consiglio poco conosciuto a questo proposito riguarda l'uso di tappeti e l'adozione di moquette per risparmiare sul riscaldamento.

In realtà, l'uso di queste particolari superfici impedisce al calore di disperdersi attraverso il pavimento. Inoltre, tendono a rilasciare un po' di calore e sono quindi molto piacevoli nei mesi invernali.


Conclusione

Quelli che ti abbiamo appena proposto sono dei piccoli accorgimenti che però potrebbero aiutarti considerevolmente a contrastare il rincaro vertiginoso dei prezzi, soprattutto del riscaldamento!

Scegliere di abbracciare uno stile di vita improntato alla sostenibilità e alla produzione di energia pulita che fa bene all’ambiente può essere davvero una soluzione concreta per aiutarti a risparmiare in bolletta e per passare una stagione fredda senza doverti preoccupare delle spese a cui può andare incontro il tuo portafoglio.

Decidi di passare all’energia solare e diventa sempre più indipendente dalla rete elettrica nazionale! Calcolati un preventivo gratuito e personalizzato per un impianto fotovoltaico sul tuo tetto e inizia subito a risparmiare! Immetti l'indirizzo di tuo interesse nella barra di ricerca sottostante e ricevi un’offerta in meno di un minuto.


Domande frequenti

Qual è il consumo di un'ora di riscaldamento?

Una caldaia standard consuma in media tra i 2 e i 12 kWh, ovvero da 0,20 a 1,25 metri cubi di gas per ogni ora in cui resta accesa. Attualmente il costo del kWh ammonta a 0,501 €/kWh.

You’ve successfully subscribed to Otovo Italia | Blog Fotovoltaico in Italia
Welcome back! You’ve successfully signed in.
Great! You’ve successfully signed up.
Your link has expired
Success! Check your email for magic link to sign-in.