Inizia a risparmiare ora con Otovo. Scopri ora il potenziale del tuo tetto!

Come capire se passare al fotovoltaico è una scelta conveniente

La crisi energetica in corso sta portando i governi mondiali a intervenire con provvedimenti sempre più duri in materia economica e che colpiranno prima di tutti noi cittadini.

Davanti a questi provvedimenti e con l’obiettivo di scongiurarne di nuovi, una soluzione che può venire incontro ai cittadini italiani è la scelta di installare un impianto fotovoltaico.

Esistono infatti numerosi aspetti che ci confermano quanto sia conveniente decidere di passare all’energia solare, soprattutto se si ragiona in termini di autoconsumo. Ma esistono anche alcune situazioni in cui un'installazione fotovoltaica non rappresenta la scelta migliore.

Vuoi scoprire dunque se il fotovoltaico conviene davvero per la tua casa?

In questo articolo vogliamo fornirti tutte le informazioni necessarie per capire se passare al fotovoltaico residenziale con accumulo o senza possa essere conveniente oppure no.

Prima di proseguire e scoprire se il fotovoltaico conviene, però, calcolati un preventivo gratuito per un impianto fotovoltaico con Otovo. Digita il tuo indirizzo nella barra di ricerca sottostante e riceverai un'offerta in meno di un minuto!


Il fotovoltaico: una panoramica

Prima di soffermarci sui motivi per cui passare al fotovoltaico residenziale possa essere conveniente o meno, facciamo prima un passo indietro e vediamo cos’è e come funziona il fotovoltaico.

Quando parliamo di impianto fotovoltaico intendiamo un sistema che, sfruttando la luce del sole, produce energia elettrica pulita e rinnovabile che contribuisce alla riduzione di emissioni inquinanti.

Tale sistema si compone di moduli fotovoltaici e inverter, due componenti fondamentali che convertono l'energia solare in elettricità utilizzabile. I pannelli solari, che costituiscono la parte visibile dell'impianto, sono composti da celle fotovoltaiche generalmente realizzate con lastre di silicio. Queste celle sono progettate per catturare la luce solare e convertirla in energia elettrica utilizzando il principio dell'effetto fotovoltaico.

Quando i fotoni di luce solare colpiscono la superficie delle celle fotovoltaiche, trasferiscono la loro energia agli elettroni presenti nel materiale semiconduttore, facendoli muovere all'interno del circuito e generando così una corrente elettrica continua. Questo flusso di elettroni è il principio di base dell'energia solare fotovoltaica, che consente di produrre elettricità in modo pulito e sostenibile.

A seguito di questo processo di generazione di corrente continua, entra in gioco l'inverter, un dispositivo elettronico essenziale nell'impianto fotovoltaico. L'inverter ha il compito di trasformare la corrente continua prodotta dai pannelli solari in corrente alternata, che è il tipo di corrente utilizzato dalle utenze domestiche e dagli apparecchi elettronici all'interno delle abitazioni.

Questa trasformazione è fondamentale perché la maggior parte degli elettrodomestici e degli apparecchi elettronici utilizzati nelle case funzionano con corrente alternata. Pertanto, l'inverter svolge un ruolo cruciale nel rendere l'energia solare generata dai pannelli fotovoltaici compatibile e utilizzabile per soddisfare le esigenze energetiche quotidiane di una famiglia. Grazie a questa tecnologia, l'energia solare può essere efficacemente integrata nel sistema energetico esistente, contribuendo così alla riduzione dell'impatto ambientale e alla promozione di fonti energetiche sostenibili.

Nell'infografica qui sotto puoi osservare lo schema di un impianto fotovoltaico:

Schema impianto fotovoltaico
Schema impianto fotovoltaico

Ma quali sono dunque gli aspetti principali per cui il fotovoltaico conviene?

Vediamoli insieme di seguito!


Gli aspetti per cui il fotovotlaico conviene

Quando il fotovoltaico conviene per un'abituazione?

Il fotovoltaico può convenire in diverse situazioni, e la sua redditività dipende da vari fattori tra cui:

  • La posizione geografica: Le regioni con molte ore di sole all'anno sono generalmente più adatte per l'installazione di impianti fotovoltaici. In luoghi con molte giornate soleggiate, l'energia prodotta sarà maggiore, aumentando il rendimento dell'investimento
  • L'orientamento e l'inclinazione dei pannelli solari: L'efficienza del sistema dipende dall'orientamento e dall'inclinazione dei pannelli solari. Assicurarsi che siano installati in modo ottimale per catturare la massima quantità di luce solare possibile
  • Il costo dell'elettricità: In luoghi dove l'energia elettrica è costosa, l'installazione di un impianto fotovoltaico può diventare più conveniente nel tempo, poiché si risparmiano sui costi dell'elettricità
  • Incentivi e agevolazioni: Alcune regioni offrono incentivi fiscali, sussidi o tariffe vantaggiose per chi installa impianti fotovoltaici. Questi incentivi possono influenzare notevolmente la convenienza dell'investimento
  • I costi iniziali e tecnologia: Nel corso degli anni, i costi dei pannelli solari sono diminuiti, rendendo l'installazione più accessibile. Inoltre, miglioramenti nella tecnologia dei pannelli solari hanno aumentato l'efficienza complessiva dei sistemi
  • Il consumo energetico: La convenienza dell'energia solare dipende anche dal consumo energetico della tua casa o azienda. Se il tuo consumo è elevato, un impianto fotovoltaico potrebbe essere più conveniente
  • La durata dell'investimento: L'energia solare richiede un investimento iniziale, ma la convenienza nel tempo dipende dalla durata dell'investimento. Più a lungo il sistema è in funzione, maggiore sarà il ritorno sull'investimento
Fotovoltaico: quando conviene
Fotovoltaico: quando conviene

Andiamo ora ad analizzare nello specifico tre aspetti: l'efficienza dei pannelli, l'autoconsumo e il prezzo facendo, per quest'ultimo, anche un esempio concreto!


Efficienza dei pannelli solari

Nel corso degli anni la tecnologia dei pannelli fotovoltaici è andata incontro a notevoli sviluppi e miglioramenti, che hanno permesso di garantirne una notevole efficienza.

L'efficienza dei moduli solari è determinata sia dalle caratteristiche specifiche della cella fotovoltaica sia dall'efficienza totale del pannello, sulla base di considerazioni quali il tipo di cella, la sua dimensione e disposizione.

Tra i principali fattori che influenzano l'efficienza del pannello solare troviamo quindi:

  • Il design del pannello solare: Il design del pannello solare gioca un ruolo fondamentale nell'efficienza complessiva del sistema. I pannelli solari sono progettati per massimizzare l'assorbimento della luce solare e la conversione dell'energia solare in elettricità. Il design può includere caratteristiche come la disposizione delle celle fotovoltaiche, la struttura del vetro anteriore e la configurazione dei conduttori elettrici interni, che possono influenzare direttamente la quantità di energia elettrica prodotta
  • L'inclinazione del pannello solare: L'inclinazione del pannello solare, cioè l'angolo rispetto al piano orizzontale, è un altro fattore critico che influisce sull'efficienza del sistema. L'angolo ottimale varia in base alla latitudine e alle stagioni, ma in generale, un'inclinazione che permette al pannello di ricevere la massima esposizione alla luce solare durante il giorno può migliorare significativamente la sua efficienza
  • I materiali utilizzati: La scelta dei materiali utilizzati nella produzione dei pannelli solari è essenziale per garantire un'efficienza ottimale e una lunga durata. Le celle fotovoltaiche sono comunemente realizzate con materiali semiconduttori come il silicio, ma esistono diverse tecnologie, tra cui celle monocristalline, policristalline e film sottili, ciascuna con le proprie caratteristiche di efficienza e durabilità
  • La temperatura: La temperatura ambiente influisce anche sull'efficienza dei pannelli solari. Contrariamente alla credenza popolare, i pannelli solari non funzionano necessariamente meglio nelle giornate calde. In realtà, le alte temperature possono ridurre leggermente l'efficienza dei pannelli solari, poiché un aumento della temperatura può causare una diminuzione della tensione e della corrente prodotte dalle celle fotovoltaiche. Pertanto, è importante considerare la gestione termica dei pannelli solari per mantenere le temperature ottimali e massimizzare l'efficienza energetica

In conclusione, oltre ai fattori menzionati, ci sono anche altri aspetti da considerare, come l'orientamento del pannello solare rispetto al sole, l'ombreggiamento e l'invecchiamento del pannello nel tempo, che possono influenzare ulteriormente l'efficienza complessiva del sistema fotovoltaico.

Fattori da considerare
Fattori da considerare

La comprensione di questi fattori e la loro gestione efficace sono essenziali per garantire prestazioni ottimali e massimizzare i benefici dell'energia solare.

Come cambia l’efficienza dei pannelli fotovoltaici nel corso del tempo?

Anche i moduli solari sono soggetti a un lento degrado nel corso degli anni che li porta a produrre meno elettricità a partire dalla stessa quantità di luce solare.

Tuttavia, si tratta di deterioramenti minimi se comparati alla vita totale di un impianto, che si aggira attorno ai 30 anni, se correttamente utilizzato e mantenuto.


Autoconsumo per risparmiare in bolletta

L’aspetto forse più importante quando si dice perché il fotovoltaico conviene è quello dell’autoconsumo. Questo concetto riveste un ruolo cruciale nella massimizzazione dell'efficienza energetica e nell'ottimizzazione dei vantaggi economici dell'energia solare.

Con autoconsumo si intende l'energia elettrica prodotta da un impianto fotovoltaico che non viene immessa nella rete di distribuzione, ma viene utilizzata direttamente nel luogo in cui viene generata, ovvero nella tua abitazione o nell'edificio dove è installato l'impianto. Questa pratica offre diversi vantaggi che vanno ben oltre il semplice risparmio finanziario:

  • Utilizzo ottimale dell'energia prodotta: Grazie all'autoconsumo, è possibile sfruttare al massimo l'energia solare prodotta dagli impianti fotovoltaici. Durante le ore di massima produzione solare, ad esempio nelle giornate soleggiate, è possibile utilizzare direttamente l'elettricità prodotta per alimentare gli elettrodomestici più energivori, come lavatrici, lavastoviglie, condizionatori d'aria o riscaldamenti elettrici
  • Risparmio in bolletta: Un maggiore autoconsumo significa una minore dipendenza dall'acquisto di energia dalla rete elettrica. Di conseguenza, più energia solare viene consumata internamente, meno energia è necessario acquistare dagli operatori di rete, portando a un significativo risparmio sulle bollette energetiche a lungo termine
  • Contributo alla transizione energetica: L'autoconsumo fotovoltaico non solo offre vantaggi individuali, ma contribuisce anche attivamente alla transizione verso un sistema energetico più sostenibile e decentralizzato. Utilizzando l'energia solare generata in loco, si riduce la richiesta di energia prodotta da fonti non rinnovabili e si limitano le emissioni di gas serra, contribuendo così alla lotta contro il cambiamento climatico e promuovendo lo sviluppo sostenibile del paese

In sintesi, l'autoconsumo rappresenta un elemento chiave nella massimizzazione dei benefici dell'energia solare, offrendo vantaggi economici, ambientali e sociali sia per gli individui che per la società nel suo complesso. La sua promozione e adozione diffusa sono essenziali per accelerare la transizione verso un futuro energetico più pulito, sicuro ed equo.

Abbiamo visto un altro motivo per cui il fotovoltaico conviene, ora andiamo ad affrontare un altro argomento: i prezzi di un impianto fotovoltaico!


I prezzi di un impianto fotovoltaico

A seguito dello sviluppo di una tecnologia più avanzata e di una maggiore efficienza dei pannelli solari, anche il prezzo relativo all’installazione di un impianto fotovoltaico ha subito negli anni notevoli riduzioni. È bene specificare però che un impianto con batteria è più costoso di un impianto tradizionale.

Per rendere molto più chiara la convenienza che si può ottenere passando a un impianto fotovoltaico, abbiamo esplorato tre scenari plausibili che ora ti presentiamo!

Calcolare la convenienza del fotovoltaico

Ecco tre possibili scenari:

  • Nello prima casa abbiamo una casa alimentata esclusivamente dalla rete nazionale, la bolletta elettrica per un consumo annuo di 3.500 kWh, tipico di una famiglia con vari dispositivi elettrici, supera i 1.200 euro, rappresentando tuttavia l'unica spesa significativa
  • Nella seconda casa, dotata di un impianto fotovoltaico da 4 kWh di potenza, si registra un alleggerimento della bolletta, ma è necessario considerare una spesa iniziale di qualche migliaio di euro, la cui completa restituzione si stima ottimisticamente in circa dieci anni
  • La terza casa, dotata di un impianto fotovoltaico ad accumulo con batteria, vede una riduzione ulteriore della bolletta, ma comporta anche un investimento iniziale significativo, il cui recupero è previsto in almeno 14 anni
Prezzi impianto fotovoltaico
Prezzi impianto fotovoltaico

Il fotovoltaico conviene? Dipende anche dalla regione

Oltre a proteggere dalle fluttuazioni del mercato dell'energia, installare pannelli solari che catturano e trasformano l'energia solare in elettricità può risultare più o meno conveniente a seconda della regione in cui si abita, dei consumi energetici e delle abitudini di vita personali.

La posizione geografica gioca un ruolo fondamentale per capire se il fotovoltaico conviene oppure no: chi vive nelle regioni meridionali solitamente beneficia di una maggiore esposizione al sole rispetto a chi risiede nelle zone settentrionali del Paese. Inoltre, un impianto fotovoltaico risulta economicamente vantaggioso solamente se i consumi energetici superano i 2.500/3.000 kWh all'anno, tipicamente quelli di famiglie che utilizzano numerosi dispositivi elettrici.

Per stimare la quantità di energia necessaria in futuro, è possibile consultare i consumi riportati nelle bollette dell'anno precedente. Inoltre, è importante essere disposti a modificare le abitudini di consumo, concentrandoli nelle ore diurne per massimizzare l'autoconsumo dell'energia solare. Questo comporta una riduzione dell'energia inutilizzata, che altrimenti verrebbe immessa nella rete elettrica nazionale con un rimborso minimo per ogni kilowattora, oltre a un taglio dei consumi durante le ore serali non coperti dall'energia solare, che risultano più costosi.

Questo sistema, conosciuto come Scambio sul Posto, implica che il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) riconosca circa 10 centesimi per ogni kWh di energia solare non consumato e immesso automaticamente nella rete, mentre il costo per ogni kWh prelevato dalla rete supera i 20 centesimi. Tuttavia, durante periodi di crisi economica o instabilità, questi costi possono quasi raddoppiare, arrivando a superare i 35 centesimi per kWh.


Quando passare al fotovoltaico non conviene

Dopo aver visto quando il fotovoltaico conviene, è utile sottolineare che non sempre può rivelarsi una giusta scelta.

Esistono infatti casi particolari in cui gli svantaggi derivanti dall’installazione di moduli solari superano gli aspetti positivi.

Il fotovoltaico potrebbe non essere conveniente in alcune situazioni. Ecco alcune circostanze in cui potrebbe non essere l'opzione più adatta:

  • Posizione geografica sfavorevole: In regioni con poche ore di sole o con climi nuvolosi la maggior parte dell'anno, l'energia solare potrebbe generare meno rendimento, rendendo più difficile giustificare l'investimento in un impianto fotovoltaico
  • Elevati costi iniziali: Se i costi iniziali per l'installazione di un impianto fotovoltaico sono troppo elevati e il tempo di recupero dell'investimento è molto lungo, potrebbe non essere economicamente vantaggioso, specialmente se ci sono alternative più convenienti
  • Nessun incentivo o supporto governativo: In alcuni luoghi, l'assenza di incentivi, sussidi o agevolazioni governative per l'installazione di impianti fotovoltaici potrebbe rendere meno attraente l'investimento
  • Limiti di spazio o restrizioni architettoniche: La disponibilità di spazio per l'installazione dei pannelli solari è un fattore critico. Se non c'è spazio sufficiente o ci sono restrizioni architettoniche che impediscono un'installazione efficiente, potrebbe non essere conveniente
  • Bassa intensità di consumo energetico: In case o aziende con un basso consumo energetico, i vantaggi finanziari dell'energia solare potrebbero essere limitati, poiché la produzione eccedente non compenserebbe appieno i costi dell'installazione
Fotovoltaico: quando non conviene
Fotovoltaico: quando non conviene

Conclusione

Dunque, il fotovoltaico conviene davvero?

In questo articolo abbiamo visto tutte le caratteristiche che rendono vantaggioso decidere di installare un impianto fotovoltaico.

In conclusione, decidere di passare al fotovoltaico si presenta come una scelta conveniente e sostenibile per ridurre i costi energetici e contribuire alla tutela dell'ambiente. Affidandosi a Otovo per passare all'energia solare, puoi contare su un'azienda affidabile che offre supporto costante in ogni fase, dalla progettazione all'installazione e alla manutenzione continua.

Grazie alla nostra esperienza nel settore e all'impegno per l'eccellenza, ti garantiamo di massimizzare i benefici dell'energia solare, ottimizzando il rendimento del tuo impianto e assicurandoti un vantaggioso ritorno sull'investimento nel lungo termine.

Inoltre da oggi la nostra offerta comprendere anche batterie di accumulo, pompe di calore e colonnine di ricarica per auto elettriche, che ti permetteranno di rendere la tua casa ancora più sostenibile e raggiungere il massimo dell'efficienza energetica!

Cosa aspetti allora? Per sapere se il fotovoltaico conviene anche per casa tua è semplice: calcola subito il tuo preventivo fotovoltaico gratuito e personalizzato in pochi minuti!

Passa alla rivoluzione solare con Otovo!


Domande frequenti

Come calcolare se il fotovoltaico conviene?

Un impianto fotovoltaico non conviene se hai dei consumi non sufficienti a coprire la spesa e a risparmiare sulla bolletta: se consumi meno di 2000 kWh all'anno non ti conviene installare il fotovoltaico, perché annualmente avrai una bolletta inferiore ai €400 e il tempo di ritorno sull'investimento sarebbe molto lungo.

Con il fotovoltaico quando conviene usare gli elettrodomestici?

Con un impianto fotovoltaico è conveniente utilizzare gli elettrodomestici nel momento in cui l'impianto fotovoltaico produce energia (di solito le ore più calde).

Ricevi un'offerta!
Ti sei iscritto correttamente a Otovo Italia | Blog Fotovoltaico in Italia
Bentornato! Sei entrato correttamente.
Bene! Ti sei iscritto correttamente.
Il tuo link è scaduto
Benissimo! Controlla la tua mail per trovare il link per accedere.