Inizia a risparmiare ora con Otovo. Scopri ora il potenziale del tuo tetto!

Eliminare i disturbi elettromagnetici di un sistema fotovoltaico

Con il termine interferenze elettromagnetiche intendiamo quelle emissioni di radiofrequenza generate da un impianto che possono avere un impatto sui ricevitori che si trovano nelle vicinanze.

Nonostante si tratti di emissioni a basso rischio, queste interferenze possono rappresentare un problema in quanto possono causare malfunzionamenti ad altri dispositivi, pregiudicandone così il corretto funzionamento.

In questo articolo Otovo andiamo a scoprire di più sulle interferenze che possono interessare un impianto fotovoltaico e vediamo quali sono i metodi migliori per evitarle.

Se prima di continuare desideri calcolare un preventivo per passare subito all'energia solare, digita il tuo indirizzo nella barra sottostante:

Sei pronto? Iniziamo!


Fotovoltaico e interferenze elettromagnetiche: una panoramica

Quello delle radiazioni elettromagnetiche è un timore che spesso preoccupa chi decide di installare un impianto, perché si ha paura per quelle che potrebbero essere le conseguenze e gli effetti nocivi sul proprio stato di salute.

Ma ci teniamo qui a chiarire che gli studi hanno provato che il campo magnetico prodotto da un sistema fotovoltaico e dalle celle non influisce in alcun modo sulla salute umana. I valori di tali radiazioni  non solo rispettano le norme accettabili specificate nel “Regolamento del Ministero dell’Ambiente sui livelli accettabili di campi elettromagnetici nell’ambiente”, ma sono anche completamente sicuri per la funzione degli organi interni, del DNA umano e dell’umore.

Sottolineato questo importante aspetto, va però specificato che valori di campo magnetico leggermente più elevati (ma comunque sempre ampiamente entro i limiti di legge) si possono registrare a livello di inverter e dei cavi di trasmissione della corrente alla rete di distribuzione.

Quando interessano l’inverter, il vero e proprio cuore di un impianto, queste radiazioni e interferenze possono causare guasti compromettere altri impianti presenti in casa come quello d’illuminazione, con sfarfallii o intermittenze del flusso luminoso, oppure su determinati impianti audio che produrranno dei fruscii o fischi.

Il funzionamento di un inverter, che come sappiamo consente di trasformare la corrente continua dei moduli fotovoltaici in corrente alternata, utilizza una tensione di impulso specifica indicata come “tensione di modulazione della larghezza dell'impulso” (PWM).

Questo principio di funzionamento può portare a tre diversi tipi di interferenza elettromagnetica:

1. Interferenza armonica

A causa della caduta di tensione sull'impedenza del sistema di alimentazione si registra una distorsione della forma d'onda di tensione, che può interferire con diversi dispositivi elettronici domestici.

2. Interferenza da emissione condotta a radiofrequenza

Poiché la tensione di carico è impulsiva, l'inverter assorbe corrente dalla rete come un impulso. Questa corrente di impulso contiene una grande quantità di componenti ad alta frequenza, che possono generare un'interferenza a radiofrequenza. Questa interferenza è caratterizzata dall'uso di apparecchiature che usano la stessa griglia dell’inverter.

3. Interferenze alle frequenze radio

La tensione PWM trasmessa sul cavo di uscita dell'inverter contiene abbondanti componenti ad alta frequenza in grado di generare radiazioni di onde elettromagnetiche che danno vita a interferenze da radiazioni. Questo tipo di interferenze diventa più acuta quando altri dispositivi elettronici si trovano vicini all'inverter.


Sbarazzarsi delle interferenze: 2 modalità

Evitare questo tipo di interferenze è però un’operazione possibile!

Vediamo dunque quali sono i modi più comuni e consigliati per ridurre il propagarsi di questo inconveniente.

1. Schermatura

Con questo termine si indica l’applicazione all’inverter di uno o più “schermi protettivi" che consentono di bloccare il rumore.

Solitamente l'inverter stesso è schermato da un involucro di ferro per evitare perdite di interferenze elettromagnetiche; in caso mancasse è dunque consigliato porre questo elemento all’interno di una custodia metallica che agirà come uno scudo, in modo da fermare il rumore trasportato dal cablaggio verso il dispositivo.

2. Filtraggio


Si tratta di un metodo molto comune e facile da attuare, che consiste nell’utilizzare un cosiddetto filtro EMI che riduce i rumori elettromagnetici attraverso la soppressione delle alte frequenze indesiderate.

I filtri EMI (o antidisturbo) sono delle componenti elettriche passive che eliminano le frequenze al di sopra di un certo canale.

Posizionati sull’inverter, questi filtri proteggono l'apparecchio dai segnali di interferenze elettromagnetiche presenti nell'ambiente evitando così che creino malfunzionamenti.

Come eliminare le interferenze elettromagnetiche
Come eliminare le interferenze elettromagnetiche

Conclusione

Come abbiamo visto quello delle interferenze di un sistema fotovoltaico è un problema minimo, che non porta effetti negativi sulla nostra salute e soprattutto che può essere risolto con alcune semplici soluzioni.

Tuttavia è importante assicurarsi sempre che queste eventualità non si verifichino, per questo decidere di affidarsi a ditte esperte che tengano conto non solo della parte tecnica ma anche dell’aspetto radioprotezionistico, valutando attentamente il posizionamento degli elementi, è fondamentale.

Noi di Otovo ci impegniamo a proporre ai nostri clienti le tecnologie e le soluzioni più moderne, per questo la nostra scelta ricade sempre e solo su produttori leader del mercato del fotovoltaico, e su figure esperte che sappiano fornire supporto continuo garantendo la massima durata di un sistema solare.

Se pensi sia il momento di passare al fotovoltaico, con noi puoi farlo subito!

Ti basta digitare il tuo indirizzo nella barra sottostante e in pochi minuti potrai calcolare il tuo preventivo gratuito e personalizzato!


Domande frequenti

Il fotovoltaico è dannoso per la nostra salute?

Gli studi hanno dimostrato che non esiste nessuna correlazione tra fotovoltaico e rischi per la salute, ma anzi passare a un impianto rappresenta un beneficio sia per noi che per la natura.

Come proteggere un inverter fotovoltaico?

Per garantire protezione e sicurezza è necessario procedere con due metodi: la schermatura e il filtraggio.

You’ve successfully subscribed to Otovo Italia | Blog Fotovoltaico in Italia
Welcome back! You’ve successfully signed in.
Great! You’ve successfully signed up.
Your link has expired
Success! Check your email for magic link to sign-in.