Inizia a risparmiare ora con Otovo. Scopri ora il potenziale del tuo tetto!

Una guida ai prezzi dei sistemi di accumulo per il fotovoltaico

Nei nostri blog abbiamo già ampiamente snocciolato le componenti utili al funzionamento e all’efficienza di un impianto fotovoltaico. Tra le informazioni più richieste, la maggior parte riguardavano le batterie per fotovoltaico, o accumulatori solari.

L’interesse per le batterie fotovoltaiche è molto alto perché questi sistemi di accumulo hanno una durata molto elevata. Le loro schede tecniche, infatti, riportano oltre 10mila cicli di ricarica con prestazioni molto efficienti. Parlando di numeri, viene dunque garantita oltre il 60% della capacità di produzione in un arco di circa 10-12 anni, e il loro acquisto - se sono sistemi di accumulo certificati - è agevolato dagli incentivi statali in vigore.

Sorge dunque spontanea la domanda: ma quindi, quanto costano le batterie per fotovoltaico?

Di seguito vi proponiamo una guida ai prezzi e alle particolarità di questi sistemi di accumulo. Nello specifico, gli argomenti che tratteremo sono i seguenti:

  • Il prezzo delle batterie per fotovoltaico al Litio Ferro Fosfato
  • Sistemi di accumulo per fotovoltaico: come adeguarne la capacità al vostro fabbisogno energetico
  • Batterie per fotovoltaico: i prezzi completi di installazione nel 2021
  • Come calcolare la capacità necessaria di un sistema di accumulo
  • Perchè serve un ulteriore inverter?

Iniziamo!


Il prezzo delle batterie per fotovoltaico al Litio Ferro Fosfato

Le batterie per fotovoltaico, anche dette accumulatori solari, sono dispositivi in cui viene immagazzinata l'energia solare generata da un impianto fotovoltaico e, in loro presenza, diminuisce la richiesta di energia alla rete elettrica. Con questi sistemi di accumulo è dunque possibile raggiungere l’indipendenza energetica. Infatti, l’energia accumulata può essere gratuitamente consumata quando se ne ha bisogno anche in un secondo momento.

Otovo utilizza batterie per fotovoltaico con tecnologia al litio ferro fosfato, e il loro prezzo medio è di circa 370€/kWh, non comprensivo dell’Iva, trasporto, installazione e pratiche.

Per capire il prezzo medio per questo sistema di accumulo - ovviamente in base alla sua tipologia e potenza - è fondamentale conoscere la somma di kWh necessaria. Purtroppo non è sufficiente indicare il numero di kWp inerenti al proprio impianto fotovoltaico, né tanto meno il numero di persone che formano il proprio nucleo familiare. Bisogna prevedere con anticipo i propri consumi e la propria necessità di kWh.

Richiedi un preventivo personalizzato

Sistemi di accumulo per fotovoltaico: come adeguarne la capacità al fabbisogno energetico

Alla luce del cambiamento delle abitudini di consumo successive all’installazione di un impianto fotovoltaico, è consigliabile verificare per circa 6 mesi l’andamento dei consumi, in modo da rilevare il migliore sistema di accumulo da installare in un secondo momento.

Per esempio, una famiglia che possiede un impianto fotovoltaico da 3 kW potrebbe consumare istantaneamente molta energia prodotta direttamente dai pannelli solari.  Non è necessario, quindi, uno stoccaggio con grandi capacità. Potrebbe bastare una batteria da 2 kWh, forse al massimo 4.

Invece, un’altra famiglia che non è a casa durante il giorno consuma molta energia la sera, nel momento in cui l’impianto fotovoltaico ha un basso - se non nullo - rendimento. In questo caso si riscontrerebbe utile e necessario l’installazione di una batteria per fotovoltaico con una potenza sostenuta, in modo da poter utilizzare l’energia accumulata durante la giornata anche alla sera.

È da prendere in considerazione anche il caso di chi vorrebbe installare un impianto fotovoltaico con accumulo per iniziare a gestire anche i suoi consumi energetici futuri. Questo potrebbe legarsi molto bene con il desiderio di avere un’auto elettrica che si alimenta anche con l’energia solare. Quindi la domanda successiva sorge spontanea: quando potrò ricaricare l’auto? Di giorno quando produce il fotovoltaico? Oppure la notte, sfruttando il sistema di accumulo o lo scambio sul posto?

Queste sono tutte variabili da prendere in considerazione se si sta pensando a installare una batteria per fotovoltaico. Noi del team Otovo ti possiamo dare la migliore consulenza al riguardo.

Richiedi una consulenza

Batterie per fotovoltaico: i prezzi completi di installazione nel 2021

Innanzitutto, è necessario distinguere due tipologie di interventi al riguardo: l’acquisto del sistema di accumulo contemporaneo all’impianto fotovoltaico, oppure l’acquisto successivo. Quest’ultimo viene chiamato in gergo installazione in retrofit, e si installa su un sistema fotovoltaico già presente.

In questo specifico caso bisogna tenere in conto che spesso viene aggiunto un inverter all’impianto fotovoltaico, in modo da trasformare l’energia che si può conservare nelle batterie per fotovoltaico.

La tabella riportata di seguito può aiutarti a capire a quale spesa dovrai andare incontro nel caso volessi acquistare un impianto fotovoltaico con accumulo:

Prezzi batterie per fotovoltaico
Prezzi batterie per fotovoltaico

Le differenze di prezzo sono date da diversi fattori, come la provenienza di produzione delle batterie, la competizioni della filiera e le diverse garanzie fornite (se vuoi farti un’idea delle garanzie, e soprattutto della Garanzia Otovo, dai un’occhiata al nostro blog!).

Voglio passare al solare

Come calcolare la capacità necessaria di un sistema di accumulo

Un impianto fotovoltaico con un buon sistema di accumulo può soddisfare fino al 75% del proprio fabbisogno energetico, la restante percentuale verrà invece immessa nella rete e retribuita grazie allo Scambio sul Posto.

Ma quindi: come si calcola il dimensionamento migliore per le proprie batterie?

In realtà, è molto facile dedurlo. Mediamente, ogni famiglia consuma il 30% di energia direttamente dall’impianto fotovoltaico. Il sistema di accumulo può portare il livello di autoconsumo a un massimo del 75% (non può essere al 100% perché l’impianto fotovoltaico d’inverno fa fatica a ricaricare le batterie a causa di un irraggiamento inferiore dovuto alla stagionalità).

Dunque, ragionando con i numeri e prendendo come esempio un consumo medio annuale di 4000 kWh, come scritto poc’anzi, il consumo diretto dai pannelli solari dovrebbe corrispondere al 30% di 4000 kWh, ovvero 1200 kWh. Di conseguenza, se il sistema di accumulo può portare il livello di autoconsumo al 75%, la capacità della nostra batteria dovrà corrispondere al 45% (calcolato facendo 75% - 30%) di 4000 kWh, e cioè 1800 kWh.

Infine, come ultimo passaggio per capire la capacità necessaria del sistema di accumulo, bisogna tenere in conto di quanti cicli completi di carica e scarica si effettuano in un anno con le batterie per fotovoltaico. Generalmente, questa cifra si aggira attorno a quasi un ciclo al giorno, e dunque - secondo le statistiche - 320 cicli all’anno.

Dividendo 1800 kWh per 320 cicli si avrà la capacità approssimativa che un sistema di accumulo dovrebbe avere bisogno per coprire un consumo annuale di 4000 kWh: ovvero 5,6 kWh.

Successivamente, non bisognerà far altro che consultare l’infografica riportata precedentemente per avere una stima ideale di prezzo per le batterie per fotovoltaico.


Perchè serve un ulteriore inverter?

Le utenze aziendali o domestiche sfruttano l’energia alternata, ma la batteria per fotovoltaico lavora in corrente continua. Dunque, l’inverter fotovoltaico ha il ruolo di trasformare l’energia in modo tale che sia fruibile sia in carica che in scarica.

Oggi, per chi ancora non ha installato un impianto fotovoltaico, c’è la possibilità di usufruire degli inverter “ibridi”, che quindi lavorano sia per l’impianto fotovoltaico, che per la batteria.

Con questa soluzione non c’è bisogno di spendere per un ulteriore inverter dedicato solo alle batterie.


Domande frequenti

Posso usufruire dello Scambio sul Posto se ho un impianto fotovoltaico con accumulo?

Sì, l’impianto di accumulo non preclude la possibilità di immettere energia nella rete, ma esso avrà ovviamente la precedenza rispetto allo scambio sul posto. L’autoconsumo, infatti, è il principale obiettivo degli impianti fotovoltaici e la modalità più conveniente per risparmiare sulla bolletta elettrica.

Come devono essere smaltite le batterie di accumulo e chi se ne occupa?

Trattandosi di rifiuti “speciali” e, in alcuni casi, “tossico-nocivi”, le batterie per gli impianti di accumulo fotovoltaico vanno raccolte nelle apposite sedi, da aziende specializzate e dotate delle necessarie autorizzazioni. Sono quindi gli stessi installatori a farsi carico dello smaltimento delle batterie installate presso i clienti, quando queste arrivano a fine vita o nel caso risultino dannose o non più funzionanti.

Passa al solare con Otovo!
You’ve successfully subscribed to Otovo Italia | Blog Fotovoltaico in Italia
Welcome back! You’ve successfully signed in.
Great! You’ve successfully signed up.
Your link has expired
Success! Check your email for magic link to sign-in.