Sfuggi al rincaro delle bollette con il solare

Attenzione! Da Luglio 2021, la tariffa dell'energia elettrica è aumentata dal 9,9%. Se installi un impianto fotovoltaico sul tuo tetto puoi proteggerti da questo rincaro e raggiungere un autoconsumo energetico di quasi il 90%. Inserisci l'indirizzo di tuo interesse qui sotto per ricevere un'offerta personalizzata.

solar panels on roof

Garanzia Otovo: 10 anni di Serenità

Non abbiamo dubbi sulla qualità delle nostre installazioni e dei materiali che utilizziamo. Per questo motivo abbiamo deciso di andare ben oltre lo standard di settore (2 anni minimo per legge), offrendo una garanzia di 10 anni sull’installazione del fotovoltaico in Italia.
La Garanzia Otovo si aggiunge alle Garanzie di Prodotto offerte dai produttori, variabili tra i 10 e i 25 anni a seconda del brand scelto dal cliente.

I nostri impianti includono anche sistemi di accumulo

Tutti i nostri impianti fotovoltaici vengono consegnati chiavi in mano, con la possibilità di aggiungere sistemi di accumulo di ultima generazione.

Come funziona

  • Scopri il potenziale del tetto

    Grazie al tuo tetto puoi produrre energia elettrica pulita. Con il fotovoltaico puoi ridurre i tuoi costi in bolletta.

  • Offerta personalizzata

    Basandoci su un' analisi dei tuoi consumi, creiamo un'offerta personalizzata per il tuo tetto e i tuoi bisogni.

  • Installazione e permessi

    Lavorando insieme ai migliori installatori ti offriamo impianti chiavi in mano, occupandoci dei permessi, della progettazione e dell'installazione.

  • Recupera il tuo investimento in meno di 5 anni

    Ottieni un rendimento del tuo investimento fino al 25% all'anno. Produrre energia solare è un ottimo investimento e in aggiunta proteggi il pianeta.

Vendi l'energia che non consumi

Se installi un impianto fotovoltaico in Italia, con lo Scambio sul Posto l’energia che non utilizzi durante la produzione solare e che utilizzi successivamente, ti viene remunerata ad un prezzo speciale molto vantaggioso. Inoltre le eccedenze non autoconsumate ti vengono remunerate al prezzo di mercato.

Segui in diretta con la nostra app la produzione del tuo impianto fotovoltaico!

Quando acquisti il tuo impianto fotovoltaico con Otovo, puoi monitorare personalmente la quantità di energia che produci tramite la nostra app ogni giorno in tempo reale.

Come funziona Otovo

Cosa dicono i nostri clienti

"Non posso che consigliare il loro servizio. La qualità e l'efficienza dei pannelli è la migliore che ho trovato. Inoltre, a parità di qualità mi hanno offerto i prezzi migliori rispetto agli altri preventivi che ho richiesto."
- Fabio, D.

"Ottimi prodotti a buoni prezzi. Qualcosa che in questo mercato mancava e che aiuta molto il cliente finale nella scelta del prodotto. Non ho dovuto fare nulla hanno gestito tutto loro la parte burocratica e progettuale."
- Gianluca, O.

FAQ

A cosa servono i sistemi di accumulo?

Tutto ciò che devi sapere sugli accumulatori

Un sistema di accumulo fotovoltaico è composto da accumulatori o batterie funzionali ad assorbire l’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici che non viene utilizzata nell’immediato. Grazie a questo meccanismo, si può accumulare l’energia in eccesso prodotta durante la giornata e utilizzarla di sera o di notte senza doverla richiedere alla rete elettrica.

I sistemi di accumulo fotovoltaici possono essere installati su:

  • Impianti fotovoltaici incentivati

  • Impianti fotovoltaici che chiedono il riconoscimento degli incentivi

  • Impianti fotovoltaici che accedono allo Scambio sul Posto

Attualmente possono essere installati solo i sistemi di accumulo fotovoltaico che aderiscono alla normativa CEI 0-21 la quale comprende tutte le regole che moderano la connessione degli utenti alle reti di bassa tensione delle imprese distributrici di energia elettrica. Al contrario, la normativa non prende in considerazione i sistemi stand-alone e quelli che sono completamente indipendenti dalla rete di distribuzione elettrica.

Esistono tre possibili configurazioni per integrare un sistema di accumulo ad un impianto fotovoltaico:

  • Batteria installata con inverter ibrido: il sistema di accumulo viene connesso direttamente ad uno speciale inverter che, oltre a convertire la corrente continua in alternata, ha la possibilità di alimentare direttamente la batteria e gestire i flussi di energia elettrica provenienti dall’impianto FV, dalla batteria stessa e dalla rete.

  • Batteria installata con inverter retrofit: il sistema di accumulo viene connesso ad un secondo inverter, posto a valle dell’inverter principale, che trasforma nuovamente la corrente alternata in continua. Questo sistema viene usato principalmente in caso di aggiunta di una batteria ad un impianto fotovoltaico esistente

  • Batterie all-in-one: sono sistemi di accumulo che integrano un sistema di conversione di corrente e possono essere installati in combinazione con qualsiasi inverter.

Se un impianto fotovoltaico standard grazie alla sua efficienza energetica permette di ridurre i costi in bolletta, un sistema fotovoltaico di accumulo permette di risparmiare in modo più consistente. Infatti, le batterie fotovoltaiche consentono di ridurre al minimo la richiesta di energia elettrica alla rete pubblica di distribuzione visto che solitamente l’energia accumulata durante la giornata è sufficiente a soddisfare le necessità serali quali l’illuminazione degli ambienti domestici e l’utilizzo degli elettrodomestici.

Per ulteriori informazioni sui sistemi di accumulo fotovoltaici scrivici a ciao@otovo.com


Che autorizzazioni servono per installare un impianto fotovoltaico?

Tutte le autorizzazioni per il fotovoltaico

Prima di avviare il processo di installazione di un impianto fotovoltaico sul tuo tetto di casa è necessario avere dei permessi. A volte una comunicazione preventiva al Comune di installazione può essere sufficiente; altre volte, invece, richiedere questi permessi può diventare una faccenda burocratica dato che molto dipende dalle normative regionali che regolano i permessi, dal territorio in cui viene installato l’impianto e dalle dimensioni del sistema fotovoltaico.

Per ogni tipologia di impianto fotovoltaico è necessaria un’autorizzazione specifica.

Per installare un sistema fotovoltaico sul tetto di casa, l’amministrazione pubblica chiede sempre la sua autorizzazione o una comunicazione da parte dell’utente.

Per le piccole installazioni, il richiedente deve rivolgersi all’ufficio tecnico del Comune in cui viene realizzato l'impianto, mentre per i grandi impianti ci si deve rivolgere alla Provincia, Regione o Soprintendenza.

Dal 2015, con la Procedura Semplificata per la realizzazione, la connessione e l’avviamento di piccoli impianti fotovoltaici sui tetti degli edifici, il processo burocratico per la realizzazione di piccole installazioni fotovoltaiche si è semplificato grazie al Modello Unico che ottempera a tutti gli obblighi di legge.

Cosa comporta la Comunicazione al Comune per l’autorizzazione?

La Comunicazione al Comune per i permessi di installazione di un impianto fotovoltaico è il titolo autorizzativo più semplice da ottenere. Questo è previsto dalla normativa per gli impianti assimilati ad “attività di edilizia libera” e può essere facilmente inviato al Comune dove si vuole procedere con l’installazione.

Questa autorizzazione è richiesta per tutti i piccoli impianti che non beneficiano della procedura unica semplificata.

Cos’è la procedura unica semplificata?

La procedura unica semplificata, introdotta nel novembre 2015, permette al richiedente di richiedere l’autorizzazione per l’installazione dell’impianto fotovoltaico al Gestore di Rete. L’iter burocratico richiede solo la compilazione e l’invio telematico di un Modello Unico disponibile sul portale del gestore stesso.

Di tutte queste pratiche, comunque ce ne occupiamo noi di Otovo.


Come funziona un impianto fotovoltaico?

Le componenti di un impianto fotovoltaico

I sistemi fotovoltaici sono composti principalmente da due elementi: i moduli fotovoltaici e l’inverter.

I pannelli fotovoltaici sono costituiti da celle contenenti lastre di silicio, un materiale semiconduttore che quando viene colpito da un fotone produce energia elettrica. L’energia viene poi trasferita agli elettroni che una volta caricati fluiscono nel circuito e producono corrente elettrica.

La corrente continua generata dai pannelli fotovoltaici viene poi convertita in corrente alternata dall’inverter, così da poter essere utilizzata nelle abitazioni.

I pannelli fotovoltaici devono essere installati su tetti o superfici esterne rivolti il più possibile verso sud e mantenere un'inclinazione tra i 10° e i 35°. Inoltre, nel posizionare i moduli fotovoltaici è bene prestare attenzione alle aree ombreggiate che potrebbero causare delle inefficienze.

Quali sono i vantaggi?

Installando un impianto fotovoltaico potrai:

  • Abbassare il costo delle tue bollette - con i pannelli fotovoltaici potrai generare energia in modo autonomo riducendo l’acquisto di elettricità dalla rete e quindi abbassare drasticamente i costi della bolletta. Inoltre, qualora avessi un surplus di energia, questo potrà essere rimesso nella rete tradizionale e avrà un valore economico.

  • Salvaguardare l’ambiente - i pannelli fotovoltaici sfruttano l’energia solare per produrre energia elettrica senza inquinare l’ambiente. In questo modo, vengono ridotte le emissioni di anidride carbonica nell’ambiente, prevenendo e contrastando il rischio di surriscaldamento globale del pianeta.

  • Aumentare il valore della tua abitazione- attraverso l’installazione di un sistema fotovoltaico aumenterai la classe di efficienza energetica e il valore della tua abitazione.

  • Agevolazioni fiscali - se decidi di installare un sistema fotovoltaico potrai richiedere le detrazioni fiscali del 50% sull’importo totale dell'acquisto.

Posso installare un sistema fotovoltaico sul tetto di un condominio?

Installare un impianto fotovoltaico in condominio

Anche se è un processo lungo, l’installazione di un sistema fotovoltaico sul tetto di un condominio è possibile. Con la riforma del condominio, infatti, si sono introdotte nuove regole permettendo l’installazione di impianti fotovoltaici nelle parti comuni dell’edificio.

Secondo la riforma, per procedere con l’installazione di un sistema fotovoltaico per uso personale nelle parti comuni dello stabile non è necessario un’autorizzazione. Tuttavia, qualora ci fossero eventuali modifiche alle parti comuni per procedere all’installazione, il richiedente deve mandare una comunicazione all’amministratore specificando il contenuto e la modalità di esecuzione dell’installazione dell’impianto .

A questo punto, l’amministratore dovrà convocare un’assemblea condominiale prima dell’inizio dei lavori per ottenere il consenso di tutti. Ciononostante, l’assemblea non può vietare l’esecuzione delle opere a meno che l’impianto pregiudichi parti comuni dell’edificio, unità immobiliari private o il decoro della casa.

Ogni condomino può decidere di installare un sistema fotovoltaico per la singola abitazione. Tuttavia, ci sono casi in cui un condominio decide di installare un sistema fotovoltaico che produca energia che viene poi rivenduta ai singoli condòmini.

Benefici dell’installazione di un impianto fotovoltaico condominiale

Diversi sono i benefici associati all’installazione di un sistema fotovoltaico:

  • Riduzione dell’impatto ambientale che un intero condominio può apportare con l’uso dell’energia elettrica tradizionale, soprattutto grazie allo sviluppo di comunità energetiche

  • Risparmio sulle bollette di energia elettrica

  • Fruizione delle detrazioni fiscali offerte dallo stato


Vuoi scoprire le nostre soluzioni Otovo per la tua abitazione? Inviaci una mail a ciao@otovo.com

Quali sono le diverse tipologie di pannelli fotovoltaici?

In commercio esistono diversi tipi di pannelli fotovoltaici: in silicio monocristallino e a film sottile.

Le diverse tipologie di pannelli hanno caratteristiche diverse che si adattano nel modo migliore alle esigenze degli utenti. Quando si decide di installare un impianto fotovoltaico è bene considerare non soltanto il prezzo ma anche le prestazioni del pannello, la conformazione del tetto e la superficie che si ha a disposizione.

I pannelli fotovoltaici sono in grado di trasformare la luce solare in energia elettrica grazie a un materiale semiconduttore che, grazie all’effetto fotovoltaico, rilascia elettroni condotti successivamente ai cavi elettrici.

Ad oggi, la maggior parte dei pannelli solari fotovoltaici installati globalmente sono in silicio monocristallino. Tuttavia, il silicio presente in questi pannelli può essere più o meno puro, caratteristica che influenza l’efficienza del sistema fotovoltaico e i relativi prezzi.

I pannelli fotovoltaici Otovo

Nella nostra offerta Otovo troverai tre tipi di pannelli solari fotovoltaici: Otovo Easy, Otovo Super e Otovo Prime, tutti monocristallini ma con potenze nominali differenti.

I pannelli Otovo Super sono più efficienti di quelli Easy e generalmente convertono circa il 20% dell’energia solare in elettricità. Questi pannelli solari fotovoltaici hanno di una potenza di 380 Wp crescente e vantano di un'elegante finitura nera, con un telaio in alluminio.

I moduli Otovo Prime, invece, sono pannelli fotovoltaici che hanno una potenza di 400 Wp, una garanzia di 25 anni e un'efficienza maggiore.

I pannelli Standard, invece, hanno una potenza nominale di 330 Wp e offrono la soluzione con il miglior rapporto qualità prezzo.

Alcuni dei brand di pannelli che installiamo sono LongiSolar, JA Solar, Canadian Solar e il marchio italiano FuturaSun.


Emergenza Coronavirus: le regole di Otovo

COVID-19: Cosa devi sapere

Otovo sostiene azioni per limitare la diffusione e le conseguenze del virus. Tutte le nostre installazioni vengono eseguite nel rispetto delle normative vigenti sul COVID-19.

Manutenzione e pulizia dei pannelli fotovoltaici

La manutenzione del fotovoltaico

Dopo aver installato un impianto fotovoltaico, è importante effettuare una serie di verifiche periodiche così da mantenere alti i livelli di produttività e assicurare una maggiore durata di tutte le parti dell’impianto.

La manutenzione degli impianti fotovoltaici può essere classificata in manutenzione ordinaria e manutenzione straordinaria.

La manutenzione ordinaria è indispensabile per massimizzare la performance e mantenere le funzionalità di un impianto solare. Questa manutenzione consiste principalmente nel:

  • Verificare le funzionalità del sistema fotovoltaico e delle sue performance

  • Ispezionare i moduli

  • Controllare il funzionamento degli inverter

  • Ispezionare lo stato dei quadri elettrici, cavidotti, pozzetti e morsetti elettrici

  • Controllare le batterie di accumulo

  • Pulire le apparecchiature presenti in cabina

La manutenzione tecnica straordinaria degli impianti fotovoltaici, invece, serve a conservare l’efficienza degli stessi nel corso del tempo. È consigliabile una manutenzione tecnica straordinaria già dopo il secondo anno dall'installazione. Questo tipo di manutenzione fotovoltaica consiste nel:

  • Pulizia dei moduli fotovoltaici da polvere, terra e altri elementi esterni che possono diminuire la produzione di energia

  • Diverse verifiche stumentali

La manutenzione di un impianto fotovoltaico non è obbligatoria per tutti gli impianti fotovoltaici con potenza inferiore a 11,08kW. Gli impianti con potenza superiore, invece, hanno l’obbligo di controllo dei sistemi di interfaccia tra inverter e rete connessi. Questa revisione deve essere fatta ogni cinque anni da tecnici qualificati.

Il costo medio per un intervento di manutenzione dei pannelli solari fotovoltaici si aggira attorno ai 100-150 euro ogni kW. Il costo della pulizia, invece, varia a seconda del tipo di installazione. Si consiglia comunque di effettuare un lavaggio ogni anno con la manichetta dell’acqua.

Cosa devo fare prima di installare i pannelli solari?

7 step prima di installare i moduli solari

Quando decidi di installare i pannelli solari fotovoltaici nella tua casa, devi prepararti. I lavori per l'installazione di un impianto fotovoltaico si svolgono in più fasi. I pannelli solari fotovoltaici saranno installati sul tetto da dove parte il cablaggio che potrà essere eseguito all'interno dell'abitazione, dove verrà installato un inverter che sarà collegato al quadro elettrico dell'abitazione.

Di seguito elenchiamo i prerequisiti affinché l'installazione proceda correttamente:

  • Il primo giorno in cui arrivano gli installatori, si consiglia di essere a casa o di essere disponibili telefonicamente mentre sono in corso i lavori nel caso fosse necessario qualche chiarimento con gli installatori. Se non sarai disponibile, è una buona idea fornire agli installatori il numero di telefono di qualcuno di cui ti fidi.

  • Gli installatori dovranno entrare in casa durante il lavoro, per alcune ispezioni strutturali, pianificazione il percorso dei cavi e l’installazione delle apparecchiature. Assicurati quindi che gli installatori abbiano accesso all'interno della casa durante i lavori.

  • Assicurati che lo spazio di lavoro sia libero. Rimuovere eventuali oggetti o mobili che potrebbero essere danneggiati o che potrebbero limitare l'accesso all'area di lavoro.

  • In qualità di proprietario della casa, sei responsabile dell'ingresso di persone non autorizzate nell'area di lavoro mentre i lavori sono in corso. In particolare, assicurati che i bambini e gli animali domestici siano tenuti lontani dall'area di lavoro.

  • È utile lasciare spazio per gli installatori e le attrezzature nel vialetto e fare in modo che non ci siano auto parcheggiate che limitino l'accesso all'edificio o l'area operativa durante i lavori

  • Durante il corso dei lavori deve essere resa disponibile l’alimentazione elettrica agli installatori

  • Ultimo ma non meno importante: nel corso dell'installazione bisognerà rispettare le rigide regole di sicurezza, poiché vengono svolti lavori in quota e con l'elettricità.

La mia pagina
Otovo Blog
Normativa sulla privacyTermini e Condizioni

© Otovo SRL 2021