Inizia a risparmiare ora con Otovo. Scopri ora il potenziale del tuo tetto!

Cosa aspettarsi dal settore solare nel 2023 secondo Huawei

Quali sono le prospettive di crescita e cambiamento per l’industria solare con l’arrivo del 2023? Ha risposto a questa domanda Huawei, una delle aziende leader nel settore fotovoltaico per la produzione della componentistica solare, e uno dei più fedeli produttori a cui ci affidiamo in Otovo per l’approvvigionamento dei materiali.

In questi giorni si è tenuta una conferenza in merito a questa tematica, espressamente dedicata ai trend 2023 del settore fotovoltaico, in cui sono state condivise tutte le intuizioni sull’evoluzione tecnologica, la sicurezza e la digitalizzazione di questo settore sempre più prolifico. Come ormai saprai, sempre più persone stanno scegliendo di installare un impianto fotovoltaico sul proprio tetto di casa; scelta vantaggiosa sia da un punto di vista ambientale che economico. Con il proprio autoconsumo, infatti, si ha la possibilità di alimentare le proprie utenze di casa con l’energia prodotta dal proprio impianto solare e, se si scegliesse di integrare anche una batteria per fotovoltaico, si potrebbe ancora più velocemente perseguire l’indipendenza energetica dalla rete elettrica nazionale!

Scopri in questo articolo i 10 trend che si prospettano per il settore solare nel 2023, ma prima di iniziare a leggere calcolati subito un preventivo gratuito e personalizzato e inizia al più presto a produrre energia pulita sul tuo tetto!

Sei pronto? Iniziamo!


Fotovoltaico 2023: cosa aspettarsi dal nuovo anno

L’energia solare ha un ruolo sempre più importante nel processo di transizione energetica, anche se per tutto il comparto rimangono comunque diverse questioni da risolvere, come la riduzione del costo livellato dell’elettricità (LCOE), l’aumento della stabilità e flessibilità della rete elettrica e molto altro.

Ma scopriamo insieme i 10 trend più importanti per il fotovoltaico nel 2023 secondo Huawei.

Alta affidabilità

L’affidabilità e la potenza delle apparecchiature nei sistemi solari costituiscono uno dei trend principali per il fotovoltaico nel 2023, che si sta indirizzando sempre più verso un approccio smart.

“Prendiamo ad esempio gli inverter fotovoltaici. Al giorno d’oggi la tensione CC degli inverter è aumentata da 1100 V a 1500 V. Con l’applicazione di nuovi materiali come il carburo di silicio (SiC) e il nitruro di gallio (GaN), nonché la piena integrazione delle tecnologie digitali, di gestione termica e dell’elettronica di potenza, si stima che la densità di potenza degli inverter aumenterà di circa il 50% nei prossimi cinque anni e l’elevata affidabilità potrà essere mantenuta”. Queste le parole a commento di Chen Guoguang, Presidente di Huawei Smart PV+ESS Business.

Fotovoltaico e sistemi di accumulo: accoppiata vincente

Più aumenta la quota di energia rinnovabile non programmabile immessa in rete, più è da ricalibrare la stabilità dell’intero sistema. È per questo che con l’integrazione di un sistema di accumulo e tecnologie di grid forming (la tecnologia grid forming si riferisce al paradigma di controllo degli inverter in cui questi ultimi sintetizzano un fasore di tensione, che viene controllato rispetto al fasore di tensione della rete, in modo da ottenere il flusso di corrente e di potenza desiderato) agli impianti fotovoltaici si può costruire generatori “intelligenti” che utilizzino il controllo della sorgente di tensione anziché della corrente, fornendo in questo modo un forte supporto inerziale e stabilizzando la tensione transitoria.

Tutto ciò contribuirà ad aumentare l’immissione in rete dell’energia solare.

Richiedi un preventivo

Accumulo energetico a livello di stringa

A differenza delle tradizionali soluzioni di accumulo energetico centralizzate, la soluzione di energy storage smart string di Huawei adotta un'architettura distribuita e un design modulare.

Con l’utilizzo di tecnologie innovative e una gestione digitalizzata per l’ottimizzazione dell’energia si avrà una maggiore erogazione di energia e un O&M (dall’inglese Operation and Maintenance) più efficiente.

Elettronica di potenza a livello di modulo

Alla luce di numerose politiche di settore molto favorevoli e dal crescente progresso tecnologico, si può sostenere che il settore fotovoltaico abbia assistito a uno sviluppo esponenziale negli ultimi anni.

“Stiamo affrontando sfide come come migliorare l’utilizzo delle risorse del tetto, garantire un elevato rendimento energetico e la sicurezza del sistema fotovoltaico con accumulo. Pertanto, una gestione più sofistica è un must” sostiene Chen Guoguang.

In un impianto fotovoltaico l’elettronica di potenza a livello di modulo (module-level power electronics MLPE) permette un concreto miglioramento delle prestazioni in determinate condizioni, aumentando contemporaneamente il controllo e la gestione. “Poiché i sistemi fotovoltaici stanno diventando più sicuri e più intelligenti, si prevede che il tasso di penetrazione dell’MLPE nel mercato fotovoltaico distribuito raggiungerà il 20-30% entro il 2027”.

Gestione precisa a livello di cella elettrochimica

Anche le batterie per fotovoltaico al litio sono destinate ad approfondire il loro livello di gestione. Solo una gestione precisa e puntuale a livello di cella può infatti far fronte al meglio ai problemi di efficienza e sicurezza.

Attualmente, il tradizionale sistema di gestione della batteria (BMS) può solo riassumere e analizzare dati limitati ed è quasi impossibile rilevare guasti e generare avvisi nella fase iniziale. Pertanto, il BMS deve essere più sensibile, intelligente e persino predittivo.

Implementazione di centrali elettriche virtuali

Le centrali elettriche virtuali (VPP) sono sempre più popolari in molti paesi europei e non. In questi impianti sono combinati enormi sistemi fotovoltaici distribuiti, accumuli e carichi controllabili, e vi è implementata una programmazione flessibile per le varie unità partecipanti.

A questi livelli si ha la possibilità di integrare le tecnologie digitali, dell’elettronica di potenza e di accumulo energetico, in modo da ottenere una gestione completa. “Le centrali elettriche virtuali possono gestire, far funzionare e scambiare in modo intelligente l’energia di enormi sistemi fotovoltaici con accumulo, distribuiti attraverso molteplici tecnologie tra cui 5G, intelligenza artificiale e tecnologie cloud” spiega Chen Guoguang.

Alti livelli di sicurezza

La sicurezza è uno dei trend cardine per lo sviluppo del fotovoltaico nel 2023, basti pensare che in un impianto solare i guasti causati dal lato CC (corrente continua) rappresentano oltre il 70% dei danni registrati.

Per questo motivo, quindi, l’inverter dovrà supportare la disconnessione smart delle stringhe e il rilevamento automatico del connettore. “Nello scenario fotovoltaico distribuito, la funzione AFCI (Arc Fault Circuit Breaker) diventerà una configurazione standard e la funzione di spegnimento rapido a livello di modulo garantirà la sicurezza del personale di manutenzione e dei vigili del fuoco”.

Digitalizzazione

Gli impianti fotovoltaici tradizionali dispongono di un’ingente quantità di apparecchiature, ma mancano canali di raccolta e comunicazione delle informazioni. In sostanza, la maggior parte delle apparecchiature sono impossibilitate a comunicare tra di loro, ma con l'implementazione di una tecnologia digitale avanzata - come 5G, IoT (Internet of Things), cloud computing e tecnologie di rilevamento e big data - gli impianti solari potranno inviare e ricevere informazioni, utilizzando flussi di informazioni (“bit”) per gestire flussi di energia (“watt”)!

Il ruolo dell'Intelligenza artificiale

Le tecnologie AI possono svolgere un ruolo chiave nel campo delle energie rinnovabili, e potrebbero essere ancora più indispensabili nell’intero ciclo di vita degli impianti fotovoltaici con accumulo, comprese le fasi di progettazione, produzione, costruzione, ottimizzazione e funzionamento. “La convergenza dell’intelligenza artificiale e delle tecnologie come il cloud computing e i big data si sta approfondendo e la catena di strumenti incentrata sull’elaborazione dei dati, la formazione dei modelli, l’implementazione e il funzionamento e il monitoraggio della sicurezza sarà arricchita”.

Affidabilità

Seppur portino numerosi benefici sotto molteplici punti di vista, gli impianti fotovoltaici comportano anche varie sfide, come il mantenimento della sicurezza delle apparecchiature, oppure la prevenzione dei cyber attacchi e dunque la fuga di informazioni.

Per far fronte a queste minacce le organizzazioni attive nell’industria solare dovranno stabile un set completo di meccanismi di gestione di sicurezza e affidabilità.


Conclusione

Quelli appena elencati sono i 10 trend principali che secondo Huawei saranno la base portante dello sviluppo del settore solare nel 2023. E tutto ciò ci fa ben sperare per un nuovo anno in cui l’energia solare diventi sempre più protagonista principale nei processi di transizione energetica verso un’economia e un’industria basata sulle fonti di energia rinnovabile.

Anche tu, nel tuo piccolo, puoi fare la differenza e iniziare a contribuire alla rivoluzione solare! Decidi di installare un impianto fotovoltaico sul tuo tetto per produrre energia che fa bene al Pianeta e al contempo per risparmiare in bolletta con i tuoi pannelli solari. Immetti l’indirizzo di tuo interesse nella barra di ricerca sottostante e calcolati un preventivo gratuito e personalizzato.

You’ve successfully subscribed to Otovo Italia | Blog Fotovoltaico in Italia
Welcome back! You’ve successfully signed in.
Great! You’ve successfully signed up.
Your link has expired
Success! Check your email for magic link to sign-in.